Gam, la Regione convoca sindacati e azienda per gli ultimi 6 mesi di cassa integrazione

Lunedì il tavolo per procedere all’esame congiunto propedeutico per la richiesta al Ministero di ulteriori sei mesi di cassa integrazione

Una decina di giorni dopo l’allarme lanciato dai sindacati (Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil) la Regione Molise finalmente convoca il tavolo per avviare le procedure per la richiesta degli ultimi sei mesi di cassa integrazione per i 260 operai della Gam. La domanda dovrà essere poi inoltrata al Ministero del Lavoro. 

Lunedì 27 maggio alle ore 11 presso la sala “Il Parlamentino” di via 24 XXIV Maggio n.130 a Campobasso, l’assessore Luigi Mazzuto ha convocato il tavolo tecnico con sindacati, azienda Gam e la struttura regionale competente per procedere all’esame congiunto propedeutico per la richiesta al Ministero di ulteriori sei mesi di cassa integrazione. Tale azione era legata al riconoscimento dei fondi per le aree di crisi complessa, art.1 comma 251 della legge finanziaria 2019″. Questa la breve nota diramata ieri pomeriggio, 25 maggio, dalla Regione.

Sul tavolo ci saranno parecchie questioni. Del resto, le stesse organizzazioni sindacali avevano sollecitato l’assessore Mazzuto “per entrare nel merito delle questioni, per avere chiarezza e risposte alla situazione in essere”. Le principali preoccupazioni riguardano il mancato investimento della società Avicola Vicentina: il macello, nel quale dovevano essere impiegati circa 200 lavoratori, non riaprirà. Anche perchè finita la cassa integrazione gli operai resteranno senza forme di sostegno al reddito.

“È necessario ricercare tutte le possibili soluzioni – la sollecitazione dei sindacati – che permettano di non sciupare l’opportunità di un investimento che permetta una prospettiva di sviluppo nel territorio matesino e che garantiscano un sostegno al reddito per i lavoratori della Gam”.