Bocce, 96 partecipanti anche da Campania e Lazio per ricordare l’atleta Pasquale Errico

A trenta anni dalla scomparsa, il mondo boccistico molisano e la Bocciofila Avis Campobasso hanno voluto ricordare, domenica 12 maggio, la figura di Pasquale Errico, atleta e grande appassionato di bocce, che negli anni ’70 e ’80 fu uno dei primi ad avvicinarsi ai giovani, e a lavora per far avvicinare le bocce ai più giovani.

La gara, individuale regionale, è stata vinta da Stefano Pellicanò della Madonna delle Grazie Termoli, che, in un’appassionante e spettacolare finalissima, ha superato Gianluca Tarantino della Cacciatori di Nocera Superiore. Una finale tra due atleti di categoria A, che hanno divertito il numeroso pubblico presente al Centro Tecnico Regionale del Molise, Bocciodromo Comunale di Campobasso, sede delle finali della kermesse.

Novantasei i partecipanti alla gara e atleti provenienti, oltreché dalle due province molisane, anche dalle limitrofe Campania e Lazio.

I due finalisti hanno superato in semifinale Giuseppe Bax dell’Avis Campobasso arrivato terzo classificato e Michele D’Elia della Monforte Campobasso, quarto. Alle fasi finali anche: Mario Perrella della Torre Vinchiaturo, quinto in classifica, Luca Iacobucci del Bocciodromo Comunale Campobasso arrivato sesto, Franco Di Toro dell’Avis Campobasso settimo e Angelo Prebenna delle Fortezze Volanti di Ariano Irpino ottavo. A superare il girone eliminatorio anche Antonio Garofalo della Torre Vinchiaturo, Giacomino Farrace dell’Abc Campobasso, Giuliano Iapaolo della Frosolonese e Pasquale Pasquale del Bocciodromo Comunale Campobasso. È stato disputato anche un girone di categoria D, nel quale a disputare la finale di girone è stata Luciana Valente della Bocciofila Frosolonese.

Il direttore di gara è stato Lucio Fiorella, arbitro regionale dell’Aiab Molise; l’arbitro di partita Silvio Mancino.

“Siamo contenti di aver onorato la memoria di Pasquale Errico – ha affermato Angelo Capozzi, atleta dell’Avis e nipote del compianto ex giocatore del Dlf Campobasso – Abbiamo assistito a match interessanti dal punto di vista tecnico, che hanno reso onore alla memoria di un grande appassionato di questo mondo”.

Alle premiazioni, presenti, oltre ai vertici della Fib Molise, guidati dal presidente Angelo Spina, e al presidente della Bocciofila Avis Campobasso, Pino Iacovino, anche il presidente del Coni Molise, Guido Cavaliere, il sindaco di Campobasso e Presidente della Provincia, Antonio Battista, e il presidente della sezione di Campobasso dell’Avis, Eugenio Astore.

“Il movimento boccistico molisano è in costante ascesa – ha affermato, durante le premiazioni, il presidente della Fib Molise, Angelo Spina – E le manifestazioni, sul territorio, sono sempre più numerose, così come il numero di appassionati, negli ultimi due anni aumentato a dismisura anche relativamente a donne e bambini. Sul mondo delle bocce sono calamitate le attenzioni delle istituzioni e dei vertici sportivi, anche perché la nostra disciplina, oltre alla parte agonistica, è molto attenta e aperta a tutto il mondo paralimpico e all’integrazione tra atleti normodotati e paralimpici. Un punto di forza indiscusso del nostro sport. E anche noi stiamo già cercando, secondo le direttive federali, di permettere la piena integrazione tra normodotati e disabili. E, tra i partecipanti a questa manifestazione, anche un atleta in carrozzina, Mauro Piacente dell’Avis Campobasso, che ha giocato nella categoria C. E anche diverse donne che hanno giocato in C e D”.