Accessi al mare, 3 anni dopo gli annunci ecco i lavori: passerelle e ‘nomi’ per 10 varchi

L’apertura di dieci accessi pubblici in spiaggia era stata annunciata dall’Amministrazione Sbrocca nel maggio 2016 ma i soldi promessi dalla Regione non si sono visti. Ora è stato sbloccato un finanziamento molto inferiore e la ditta che ha vinto il bando dovrà chiudere il cantiere entro fine anno

Si è finalmente sbloccata la questione degli accessi pubblici al mare che il Comune di Termoli aveva annunciato di voler aprire, o in molti casi migliorare, già dalla primavera 2016. Dopo tre anni di silenzio nel quale l’intervento si è perso nei meandri della burocrazia, il Comune ha datto l’ok per l’esecuzione dei lavori, assegnati ufficialmente a dicembre 2018, che però sono solo una parte di quanto in precedenza annunciato.

Già perché la Regione Molise aveva garantito ben 360mila euro, ma di quei fondi non si è visto un centesimo sinora, visto che quel capitolo di spesa che la Regione aveva impegnato con tanto di Delibera di Giunta del marzo 2016 era scoperto. Il Comune di Termoli ha quindi dovuto rimodulare l’intervento e nella primavera 2017 ha realizzato una gara d’appalto per 180mila euro vinta dalla ditta Maroscia di Montenero di Bisaccia.

L’azienda edile montenerese ha vinto con un ribasso che porta la spesa per i lavori a 136mila euro per un totale fra Iva e altre spese che è di 166mila euro tondi tondi. Ma è chiaro che non si tratta dell’intervento annunciato in conferenza stampa nel maggio 2016, con tanto di video diffuso tramite siti e televisioni.

passerella-lungomare-nord-149076

La ditta Maroscia dovrà apporre sull’arenile delle mini passerelle di legno, non come quella esistente alla foce del Sinarca ma più piccole. Sono passerelle pensate per non deturpare le dune dove nidifica il fratino, specie protetta che trova il suo habitat naturale proprio sulle spiagge dell’Adriatico. Inoltre i varchi, alcuni già praticabili da anni, saranno dotati di numeri e nomi che deriveranno da flora e fauna del posto, tramite il montaggio di tabelle. Non è stato ancora stabilito se i lavori, previsti fra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio, seguiranno l’ordine stabilito dalla numerazione o a seconda delle esigenze dell’azienda montenerese.

La previsione del Comune è che entro la fine della primavera i dieci varchi saranno finalmente dotati delle rifiniture previste. I lavori sono iniziati in questa settimana. Resta in ballo la seconda tranche dei finanziamenti, quindi altri 180mila euro che la Regione aveva inizialmente previsto. Il consigliere comunale di maggioranza e presidente della IV commissione Mario Orlando, che ha seguito nel dettaglio questa operazione, ha garantito massimo impegno fino al termine della consiliatura affinché anche la seconda parte dei fondi venga assegnata al Comune, che in quel caso dovrebbe fare uno stralcio al progetto e una nuova gara d’appalto.

“Ringrazio il geometra Antonio Alberico del Comune di Termoli, che ha realizzato il progetto – ha commentato Orlando – e in Regione l’ingegner Massimo Pillarella, il dottor Nicola Pavone, la dottoressa Giusy Doganieri e l’architetto Rosalba Vileno per la collaborazione dimostrata e l’egregio lavoro svolto per la buona riuscita dell’opera”