Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Va alle Poste per versare un assegno da 250mila euro con documenti falsi, la Polizia lo scopre: 40enne nei guai

I sospetti dei dipendenti dell'ufficio postale di Termoli sono stati confermati dalle verifiche degli agenti. L'uomo originario della provincia di Avellino dovrà rispondere di diversi reati

Voleva versare sul proprio conto postale ben 250 mila euro con un assegno ma la somma così alta e quella strana carta d’identità hanno insospettito i dipendenti dell’ufficio postale che hanno fatto scattare un controllo di sicurezza.

L’arrivo della polizia e le successive verifiche hanno confermato i sospetti e fatto scattare la denuncia nei confronti di un uomo della provincia di Avellino per reati di tentata truffa, false dichiarazioni sull’identità personale, possesso di titoli di pagamento alterati o contraffatti, possesso di documento d’identificazione falso.

E’ accaduto martedì 23 aprile, in un ufficio postale di Termoli, protagonista un campano classe 1978. Infatti nella mattinata di ieri l’uomo si è presentato allo sportello convinto di poter versare a suo favore un assegno così importante.

Ma il documento di identità che ha presentato al dipendente di Poste Italiane era un po’ sospetto. Questo, assieme al fatto che di rado si vedono versamenti così cospicui, ha fatto scattare delle verifiche più accurate.

Il controllo di sicurezza effettuato sul posto dal personale del Commissariato di via Cina ha dato dei riscontri immediati. Infatti è emerso che il documento d’identità era falso, così come l’assegno di cui si chiedeva il versamento. Ma non è tutto. Il 40enne, inoltre, ha fornito false generalità agli operatori di Polizia intervenuti.

A quel punto l’uomo è stato condotto in Commissariato per il rilievi di rito, è stato denunciato, mentre i documenti in suo possesso e l’assegno sono stati sequestrati. Nei suoi confronti è stata emessa dal Questore Caggegi la misura di prevenzione del foglio di via dal Comune di Termoli per tre anni.