Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Tafferugli post-partita al “Romagnoli”, daspo e denunce per due tifosi del Campobasso

Gli incidenti riguardano il match tra il Lupo e il Cesena disputato il 31 marzo scorso. Nel registro degli indagati sono finiti i nomi di un 44enne e di un 31enne del capoluogo già con predenti penali, individuati dagli agenti della Digos mentre lanciavano sassi e materiale pericoloso contro la tifoseria opposta. Il primo non potrà partecipare per tre anni a manifestazioni sportive di vario genere, due anni per il secondo indiziato

Si è chiusa la prima fase delle indagini relative ai tafferugli accaduti allo stadio di contrada Selvapiana durante il match Campobasso-Cesena, il 31 marzo scorso. Tafferugli iniziati dopo le offese (“siete dei terroni”) che i romagnoli avevano rivolto all’indirizzo dei tifosi locali. Che avevano reagito e, dopo essere stati ritenuti responsabili degli scontri, sono stati puniti.

La Digos ha denunciato alla Procura della Repubblica due ultras rossoblu colpevoli di aver violato la normativa sullo svolgimento delle manifestazioni sportive.

Si tratta di un campobassano di 44 anni (T.M) e di un 31enne (F.D.T.) già con precedenti penali che – stando alle immagini e agli elementi raccolti in questa fase investigativa – sono i due che hanno lanciato ed utilizzato materiale pericoloso nei confronti dei tifosi del Cesena.

In sostanza, stando alle ricostruzioni delle forze dell’ordine, hanno gettato sassi e altri oggetti contundenti nei confronti dei cesenati nel tentativo di provocare il contatto fisico tra i supporters delle due squadre, scongiurato solo grazie al tempestivo intervento delle forze di polizia impiegate per l’occasione nel dispositivo di ordine pubblico.

Non è finita: gli accertamenti di polizia, infatti, continuano. La Digos vuole verificare eventuali responsabilità da parte anche dei tifosi del Cesena. 

Per ora a carico dei due denunciati è stato emesso il provvedimento di divieto di accesso ai luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive. Tre anni per il 44enne e 2 anni per il 31enne.