Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Servizio idrico, da maggio nuova gestione. Dubbi dei sindacati su appalto definitivo

Che ne sarà del servizio idrico di Termoli? Se lo chiedono i sindacati e in particolare Femca Cisl, con una nota firmata dal responsabile regionale Massimiliano Recinella e cofirmata da Uiltec Uil e Filctem Cgil. Una nota nella quale chiedono alla Prefetta Maria Guia Federico un incontro urgente con il Comune di Termoli per capire il futuro del servizio che dal 1 maggio prossimo dovrebbe passare in mano alla Florio Group al posto della Crea gestioni.

A scatenare la presa di posizione dei sindacati c’è la nota firmata il 28 marzo scorso dal dirigente ai Lavori pubblici, nella quale fra le altre cose viene rimarcata la competenza dell’Egam, l’ente di governo dell’ambito del Molise nell’organizzazione e gestione dei servizi idrici di competenza.

Secondo la nota dei sindacati quindi, le parole di Bove evidenzierebbero che “il Comune di Termoli non avrebbe potere, per sopravvento difetto di competenza, per il riaffidamento del servizio idrico integrato“.

Parole che sarebbero in contraddizione con “quanto detto in Prefettura nella riunione del 27 giugno scorso dal Sindaco di Termoli, che prospettava la possibilità di una apertura imminente di una gara d’appalto per la regolare concessione del servizio idrico integrato”.

Dubbi e preoccupazioni di Cisl, Cgil e Uil che si legano quindi al passaggio di consegne, per il quale Bove ha convocato un incontro fra le parti in Comune per il 10 aprile prossimo. I sindacati temono infatti che l’affidamento provvisorio alla Florio Group, la quale aveva accettato di gestire il nuovo modulo del Sinarca e temporaneamente tutto il servizio, possa trasformarsi in gestione definitiva per via dell’impossibilità di svolgere la gara d’appalto.

Una questione spinosa se si pensa a quanti problemi sta dando negli ultimi anni il depuratore del porto, coinvolto di recente in una ulteriore rottura della condotta fognaria in mare.

Il Comune per altro nei mesi scorsi aveva avviato un avviso esplorativo per la concessione del servizio tramite finanza di progetto con annesse opere di efficientemento e manutenzione straordinaria degli impianti.