Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Resa dei conti nel centrodestra, Toma prova a ricompattare la coalizione

La candidatura di Alberto Tramontano al Comune di Campobasso ha scatenato la guerra. Per evitare che il centrodestra vada diviso alle elezioni del 26 maggio, il governatore ha convocato assessori e consiglieri della sua maggioranza

L’appuntamento è alle 15.30, dopo il pranzo e la ‘siesta’. E’ l’orario scelto dal governatore Donato Toma, rientrato in Molise al termine del suo viaggio istituzionale a Bruxelles, per incontrare assessori e consiglieri della sua maggioranza. Un summit decisivo, più simile ad una resa dei conti e convocato dopo giorni di fuoco. Nel centrodestra sono volati gli stracci quando i coordinatori regionali di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia hanno ufficializzato la candidatura di Alberto Tramontano a Campobasso e di Francesco Roberti a Termoli.

Apriti cielo. La decisione ha avviato una faida interna alla coalizione, dalla quale minacciano di uscire presentando un candidato alternativo (circola il nome di Corrado Di Niro, ndr) i Popolari di Vincenzo Niro, l’Udc di Salvatore Micone e alcuni movimenti civici che avevano partecipato alle riunioni che la coalizione aveva organizzato lo scorso mese.

Nel frattempo le ex leghiste Filomena Calenda e Aida Romagnuolo hanno annunciato che non sosterranno Alberto Tramontano e dunque non presenteranno la lista e hanno chiesto una verifica di maggioranza. Insomma, il caos. E ora il presidente, che già aveva tentato un’opera di mediazione la scorsa settimana convincendo Luigi Mazzuto a proporre un nome alternativo a quello di Alberto Tramontano, dovrà rimboccarsi le camicie per tentare di ricomporre tutti i pezzi dello scacchiere politico.

Alla riunione di domani – 12 aprile – non sono stati invitati i movimenti civici che questo pomeriggio hanno espresso il loro disappunto per l’esclusione.

“I movimenti civici ‘Campobasso del Futuro’, ‘Campobasso Al Centro’ e ‘Democrazia Popolare’, il partito nazionale ‘Popolo per la Famiglia’, che hanno aderito alla coalizione di centrodestra per le Amministrative al Comune di Campobasso del 26 maggio 2019, chiedono al presidente della Giunta regionale del Molise, Donato Toma, di essere invitati e, quindi, prender parte al tavolo di concertazione per la scelta e l’ufficializzazione del candidato sindaco della città capoluogo di regione.

L’esigenza di prender parte a un incontro così importante nasce dalla necessità democratica di far prender parte ai cittadini, che si sono messi a disposizione per far parte della contesa elettorale, a una decisione così importante, rendendo tutti protagonisti e consapevoli delle strategie per far tornare a vivere la città di Campobasso”. Questo il testo della nota inviata nelle redazioni giornalistiche e firmata da Angelo Santoro (Campobasso del Futuro ), Massimo Trivisonno (Campobasso al centro), Erica Palmisciano (Popolo per la Famiglia) e da Lorenzo Cancellario (Democrazia Popolare).