Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Pronto Soccorso, dopo aggressioni e porte sfondate aumentano controlli dei carabinieri

Più informazioni su

Gli uomini dell’Arma “visitano” il Pronto Soccorso del San Timoteo, e non a scopo di terapia. La loro presenza negli ultimi giorni si è intensificata nel reparto di emergenza dell’ospedale San Timoteo per garantire una maggiore controllo soprattutto nei confronti dei rischi derivanti da esasperazione e eccessi di nervosismo di quei pazienti che danno in escandescenza per i tempi di attesa.

In Pronto Soccorso, come ormai tutti sanno o dovrebbero sapere, i medici e gli infermieri in servizio sono nettamente al di sotto dell’organico minimo, sottoposti a turni massacranti, con ridottissime possibilità di ferie e riposi. Non è scontato, tuttavia, che i pazienti “comprendano” il disagio in cui i dottori e il personale di supporto lavorano. Ma la gestione dei turni, con una pianta organica ridotta e non certo per colpa dei medici, significa inevitabilmente allungare i tempi di attesa perchè bisogna dare priorità alle urgenze, ai codici rossi o gialli. E questo spesso si traduce con un’attesa più lunga per i codi verdi e bianchi, i casi non gravi (che tra l’altro non ci dovrebbero proprio arrivare in Pronto Soccorso, reparto “improprio” rispetto a questo tipo di richiesta). Così qualcuno “dà di matto”, si rifiuta di pazientare aspettando il proprio turno, insulta medici e personale, talvolta li aggredisce non solo verbalmente ma anche fisicamente.

Tra gli ultimi casi quello dell’uomo – poi denunciato dai carabinieri – che con un calcio ha sfondato la porta tra il corridoio e la sala d’attesa. Ma di episodi problematici, specialmente di notte, ne sono accaduti molti. I carabinieri di Termoli, con un grande sforzo organizzativo anche loro (le forze dell’ordine sono poche e anche nelle caserme si registra una forte carenza di personale) hanno aumentato i sopralluoghi nel reparto anche per andare incontro alla mancanza di vigilanti sia di giorno che, soprattutto, di notte. 

Più informazioni su