Ospitava turisti senza autorizzazione né requisiti igienici: scoperto finto B&B, titolare denunciato

La struttura non aveva alcun requisito per ospitare vacanzieri come emerso dai controlli della Polizia. Il responsabile dovrà rispondere di violenza privata e lesioni

Zero autorizzazioni, nessun rispetto delle norme, perfino dei requisiti igienico-sanitari. Eppure operava come bed&breakfast, affittando camere ai clienti e togliendoli quindi agli operatori che invece lavorano legalmente. Ma è stato scoperto e denunciato il titolare di un appartamento nel Comune di Termoli che aveva aperto un finto B&B.

L’uomo dovrà rispondere del reato di violenza privata e per le violazioni inerenti il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza in virtù del suo comportamento. Gli agenti del commissariato di via Cina hanno infatti scoperto dopo specifici controlli che in un appartamento di Termoli veniva svolta attività ricettiva di tipo B&B, quindi con possibilità di pernottare e consumare la prima colazione.

Tuttavia ai controlli è emerso che la struttura non disponeva delle necessarie autorizzazioni. Ciononostante il b&b abusivo era aperto da tempo e operava in maniera sistematica. Infatti quando i poliziotti si sono recati sul posto, hanno trovato diversi villeggianti nelle camere e la totale assenza della documentazione prescritta dalla legge, nonché dei requisiti igienico-sanitari previsti dai regolamenti comunali edilizi e di igiene.

Oltre alla denuncia, il gestore della struttura si è beccato una segnalazione al Comune di Termoli per gli adempimenti di competenza, ed è stato deferito all’Autorità Amministrativa per le sanzioni previste dalla Legge regionale 13/2002 in materia di attività ricettiva.