Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Orientamento Demos per 550 studenti: colloqui di lavoro simulati e l’incontro con grandi imprenditori

Testimonianze dirette di imprenditori e manager hanno offerto una serie di spunti di riflessione, tra gli altri la necessità di basarsi su competenze specifiche e sulle capacità di tecnici preparati

Oltre 500 studenti molisani hanno ‘invaso’ ieri, sabato 13 aprile, la palestra dell’Istituto Pilla di Campobasso. Non era in programma una manifestazione sportiva, ma una giornata di orientamento riservata ai giovani di numerose classi quinte degli Istituti Tecnici Superiori del capoluogo regionale e del suo hinterland.

“Piacere Demos”, questo il titolo dato all’iniziativa organizzata dall’omonima Fondazione Its che si occupa di alta formazione per post diplomati, porta nelle scuole un nuovo canale formativo che ha la prerogativa di rispondere alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche.

Nella stessa mattinata un concentrato straordinario di competenze, esperienze e notizie tutte destinate ai futuri maturandi, per fornire loro nuovi elementi utili per affrontare il grande passo verso la formazione specialistica.
La Presidente della Fondazione Demos, Rossella Ferro, ha aperto i lavori, seguita dai saluti dell’assessore regionale Roberto Di Baggio, del sindaco di Campobasso e Presidente della Provincia (partner della Fondazione) Antonio Battista e dell’Ufficio Scolastico Regionale, per il quale era presente la dottoressa Marialaura Cosimi. Tecnico l’intervento del dottor Emilio Germano, Presidente del Comitato tecnico scientifico della Fondazione Its Demos, che ha presentato il nuovo corso Its del biennio 2019/2021.

Momento clou il dibattito nell’arena, alla presenza dei vertici delle aziende di successo La Molisana (c’era il Direttore operativo Flavio Ferro) Dolceamaro (è intervenuto il Cavalier Claudio Papa, grande manager e manager dell’azienda di Monteroduni) e della società Sensor Id, con l’ingegnere Alfredo Salvatore. Le testimonianze dirette di imprenditori e manager hanno offerto una serie di spunti di riflessione, tra gli altri la necessità di basarsi su competenze specifiche e sulle capacità di tecnici preparati.

Due workshop hanno completato il programma di orientamento. Si sono svolti in contemporanea e hanno affrontato il tema delle esperienze professionali all’estero (e il prerequisito della seconda lingua) e quello dei colloqui di lavoro. Apprezzati i contributi di Domenico De Cesare, responsabile di ReAttiva, che si occupa di programmi Erasmus, e della direttrice dell’International House Accademia Britannica, Antonietta Ricciardi, grande imprenditrice che in tempi non sospetti ha avuto la forza e il coraggio di importare per prima a Campobasso la cultura della lingua inglese.

L’altro workshop ha offerto gli interventi di Achille Viti, di Adecco Italia e Matteo Leccese per Anpal Servizi. Ma protagonisti della mattinata sono stati soprattutto i ragazzi che hanno potuto tenere un colloquio simulato di lavoro con le aziende La Molisana, Dolceamaro, Sensor Id e Adecco. Infine applausi e un diploma, consegnato dal dirigente scolastico Umberto Di Lallo, per gli studenti che hanno trovato impiego proprio grazie alla frequenza del corso Its di formazione terziaria non universitaria.
cm