Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Nonnina scippata di una catenina d’oro, chiama i Carabinieri e fa incastrare il ladro

E' stato denunciato lo straniero di origini iraniane ma domiciliato in provincia di Caserta che aveva strappato una collana ad una donna e poi era fuggito. I Carabinieri incastrano pure due giovani dopo un blitz antidroga: in casa avevano hashish e materiale per il confezionamento.

Si era avvicinato all’anziana donna e con un gesto fulmineo le aveva strappato dal collo la catenina d’oro. Poi era scappato dileguandosi per le strade di Isernia e della provincia.

Il ladro è stato rintracciato poco dopo dai Carabinieri, grazie anche alla prontezza con cui la sveglia ‘nonnina’ ha preso il telefono e ha chiesto aiuto alla centrale operativa. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile dunque hanno iniziato le ricerche del malvivente, del quale la signora aveva offerto una descrizione minuziosa. La donna ricordava pure la vettura sulla quale lo scippatore era fuggito. Un altro elemento utile per le ricerche dei militari.

Ricerche che hanno dato esito positivo nel giro di poco tempo, quando i Carabinieri hanno intercettato e fermato l’uomo sospettato alle porte di Venafro. Si tratta di uno straniero di origini iraniane ma domiciliato in provincia di Caserta, che veniva riconosciuto quale autore del furto dalla donna. E’ stato denunciato. 

Carabinieri Isernia

Inoltre resta alta la guardia sullo spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri mattina – 12 aprile – una nuova operazione antidroga ha interessato la provincia pentra. All’opera i Carabinieri della Compagnia di Isernia e Venafro, coadiuvati da una unità cinofila antidroga di Chieti hanno eseguito numerose perquisizioni su decreto emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia.

Il blitz, scaturito dalle risultanze investigative condivise dall’autorità giudiziaria, è scattato alle prime luci della mattina. Al setaccio alcune abitazioni tra Isernia e Venafro.

Durante le operazioni sono state trovate dosi di hashish appartenenti ad un ragazzo, un bilancino e altro materiale per il confezionamento. Presso l’abitazione di una ragazza, sono state rinvenute altre dosi di hashish e bustine di cellophane di piccole dimensioni atte al confezionamento. I giovani sono stati denunciati mentre la droga è stata sottoposta a sequestro.

“L’attività di controllo del territorio – riferiscono dall’Arma – è stata poi estesa anche a luoghi ritenuti più a rischio per episodi di illegalità: la villa comunale, stazione ferroviaria, terminal bus. Rimane altissima l’attenzione che i Carabinieri pongono sul fenomeno dello spaccio e del consumo di droga nell’hinterland isernino”.