Marco Tronca muore dopo 5 anni di coma: fu coinvolto in un incidente a Colle Longo

Il 27enne era ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Cardarelli di Campobasso dopo un terribile incidente avvenuto all'alba del 25 aprile del 2014. Stasera il suo cuore ha smesso di battere. La città piange per un'altra giovane vita spezzata troppo presto: solo 24 ore fa un 34enne ha perso la vita tragicamente.

Il suo cuore ha smesso di battere all’ospedale Cardarelli. Marco Tronca era ricoverato nel reparto di Rianimazione dal 25 aprile 2014, ossia dopo un tragico incidente avvenuto alla periferia di Campobasso. Era l’alba e il ragazzo viaggiava in compagnia di altri quattro amici. Quando i soccorritori sono arrivati in contrada Colle Longo quel giorno, si sono accorti immediatamente di quanto fossero critiche le sue condizioni. La sua auto, una Mercedes, era finita fuori strada e si era ribaltata fino a fermarsi nelle vicine campagne.

Per cinque lunghissimi anni i medici del nosocomio di contrada Tappino hanno fatto di tutto per strapparlo alla morte, ma non ci sono riusciti. Marco, che era in stato vegetativo (come riferiscono fonti interne del Cardatelli), è morto questa stasera (12 aprile).

La notizia ha fatto subito il giro della città: la famiglia di Marco, titolare di una nota attività commerciale nel capoluogo, è molto conosciuta a Campobasso. Il pensiero di chi conosceva il 27enne è andato anche al padre, scomparso alcuni anni fa, e alla madre che sta trascorrendo anni di dolore atroce. Tanti hanno lasciato un messaggio sui social per ricordare Marco, un ragazzo allegro e dal sorriso contagioso.

“Dio ti accolga nel suo Regno e dia pace al meraviglioso cuore della tua mamma, che ha condiviso con te ogni tuo respiro”, scrive Mariagrazia. “Tuo padre ha deciso che era il momento di raggiungerlo. Destino crudele. Vegliate su di noi”, il doloroso ricordo di Massimiliano.

La città è sotto choc: nel giro di 24 ore è la seconda giovane vita spezzata. E’ solo di ieri infatti la tragica morte di un 34enne precipitato da un ponte sulla Bifernina.