Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Giornata dell’autismo, i bambini danno una lezione agli adulti: liberi di volare come palloncini senza le catene del pregiudizio

In occasione dell’evento mondiale per la “consapevolezza sull’autismo” che ricorre, ogni anno, il 2 aprile, la scuola dell’Infanzia e la Primaria dell’istituto “L.Montini” hanno organizzato una maxi celebrazione ricca di momenti commoventi nel piazzale di via Gramsci

Decine di palloncini blu lasciati liberi di volare e un girotondo al centro della piazza.

giornata sull'autismo

Così i bambini dell’Infanzia e della Primaria della scuola “Giovanni Paolo II” di Campobasso hanno celebrato, assieme ad insegnanti e famiglie la giornata mondiale della “consapevolezza sull’autismo”.

giornata sull'autismo

Alle 10.30 si sono ritrovati nel piazzale antistante l’istituto di via Gramsci per testimoniare con canzoni, slogan, balli, versi scritti di loro pugno, la loro “consapevolezza” che agli adulti ha tanto da insegnare.

Nessuno è solidale quanto loro, vicino alle famiglie al cui interno ci sono bambini o adulti affetti da autismo quanto loro, appassionato rispetto alle sfumature della vita di chiunque essa sia quanto loro.

Il progetto degli alunni della “L.Montini” ha connotato in maniera estremamente positiva l’iniziativa di sensibilizzazione ad un problema che non può essere solo appannaggio di chi lo vive ma anche delle istituzioni.

giornata sull'autismo

L’importanza della celebrazione è stata sottolineata anche dalla dirigente scolastica, Agata Antonelli: “Consapevolezza significa conoscere. Conoscendo si è capaci di dare le giuste risposte e mettere in atto le giuste azioni rispetto al superamento di difficoltà che – autismo a parte – possono appartenere a chiunque nella vita. Quindi solidarietà, condivisione, unità d’intenti. Insieme si supera tutto. Facendo rete nessuno resterà mai solo”.

Già, nessuno resterà mai solo. Loro i bambini dell’Infanzia e della Primaria hanno provato a spiegarlo agli adulti con la giornata di oggi, camminando per mano in un girotondo d’amore, lasciando i palloncini liberi di volare abbracciando l’azzurro del cielo e diventando un tutt’uno con lui.