Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Flusso idrico a singhiozzo: rubinetti a secco da tre giorni ma bollette ‘salate’

Il Molise è ricco di acqua e questo è un dato di fatto, per questo quando i residenti lamentano interruzioni al flusso idrico sembra di trovarsi in un programma dedicato ai famosi scherzi chiamati ‘candid camera’. Eppure di divertente non c’è nulla: dopo Ururi, dove da ben quattro giorni i rubinetti sono a secco, anche San Martino in Pensilis registra lo stesso annoso problema.

Da sabato anche il mio comune ha problemi con il flusso idrico – scrive un residente a Primonumero.it – Tutto questo senza uno straccio di avviso o comunicazione per provvedere al rifornimento del bene”. Sebbene qualcuno sia attrezzato con le riserve, autoclavi, pozzi o autobotti che siano, molti ‘soffrono’ a causa dell’impossibilità di poter usufruire di acqua corrente in casa, con tutti i disagi del caso.

Non tutti purtroppo hanno le riserve a disposizione per poter fronteggiare questo problema che ormai affligge da anni i comuni del Basso Molise – continua il messaggio – In molti addirittura ci siamo dovuti rifornire dai vicini o arrangiarci”. Eppure, constata il residente, le bollette arrivano puntuali tutti i mesi e “l’acqua, considerata un bene di prima necessità, la paghiamo a caro prezzo senza beneficiarne dell’uso”.