Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Facebook, WhatsApp e Instagram non funzionano: ko il mondo di Zuckerberg

Migliaia gli utenti che segnalano il blocco dei principali social e delle app di messaggistica.

Stanno andando avanti da quasi due ore i problemi di connessione a tre dei maggiori social network del mondo: facebook, whatsapp ed instagram risultano irraggiungibili dalla tarda mattinata di oggi, domenica 14 aprile. Poco dopo mezzogiorno, infatti, sono iniziati i disservizi, i rallentamenti e gli accessi negati ai popolari programmi di messaggistica social del gruppo di Mark Zuckerberg.

Migliaia gli utenti colpiti: dall’Europa fino agli USA è stato un susseguirsi di segnalazioni che sono salite in vetta agli hashtag di twitter con frasi come #facebookdown, #instagramdown, #whatsappdown. Basta fare un giro sul famoso concorrente per accorgersi dei ‘cinguettii’ e dell’ironia che hanno pervaso gli utenti, con foto di Zuckerberg additato come un traditore e mostrato accanto a Giuda o Hitler. L’Italia, nemmeno a dirlo, è la nazione che registra il maggior numero di fruitori colpiti con picchi nelle principali città ed anche a Termoli dove i social sono irraggiungibili da ormai due ore.

Facebook, Instagram, WhatsApp,

Panico tra gli utenti che si sono visti negare l’accesso ad instagram, impossibilitati ad inviare un messaggio su whatsapp o hanno trovato la pagina completamente bianca su facebook. E se alcuni hanno subito cercato di comprendere le cause del malfunzionamento, altri hanno provato a disinstallare e reinstallare le applicazioni, a riavviare il browser di internet o a spegnere il pc, nella speranza che tornasse tutto normale. E invece, a distanza di 120 minuti, i social risultano ancora irragiungibili.

I problemi odierni seguono il filone dello scorso mese con il blackout social più lungo della storia contemporanea con ben 14 ore di disconnessione ed utenti in crisi in tutto il Mondo. Le cause sono ancora sconosciute: potrebbe trattarsi di un semplice bug o errore di sistema come di un attacco hacker. Del resto non sarebbe la prima volta che Zuckerberg e co. finiscono nel mirino dei pirati.

Foto mappa: downdetector