Elettra, la tragedia di Sofocle, messa in scena dagli studenti del classico e scientifico foto

Più informazioni su

La passione intensa e vibrante di Elettra, – uno dei personaggi più grandiosi che Sofocle abbia mai creato, per usare le parole del grecista Gennaro Perrotta –  protagonista degli spettacoli che andranno in scena il 4 e 5 aprile nell’auditorium della chiesa di Santa Maria degli Angeli. Il laboratorio teatrale dell’Alfano con la partecipazione degli studenti del liceo scientifico e classico di Termoli presenta la tragedia, messa in scena con il coordinamento e la regia dei professori Maura Crema e Nicola Sorella e le musiche del maestro Tiziano Albanese.

“Si tratta di laboratori – chiarisce la prof Crema – che vedono gli allievi protagonisti di tutto il processo creativo, dalla drammaturgia e dal riadattamento di genere all’esecuzione delle musiche, dalla scenografia e dai costumi agli intermezzi canori”.

Un lavoro di sinergia espressiva al quale gli alunni hanno dato vita rivisitando la figura tragica di Elettra e con una rilettura attenta delle tragedie di Eschilo, Sofocle ed Euripide.

Lo spettacolo si inserisce tra gli eventi che animeranno l’Agon Sofocleo, la gara di greco antico giunta alla quattordicesima edizione alla quale parteciperanno venti studenti provenienti da tutta Italia. Una tragedia tra le più belle di sempre, la storia di Elettra che si consuma nel dolore senza marito e senza figli, serva nella casa che fu di suo padre Agamennone, dove si macera nel suo ricordo sognando di vendicarne la morte e punire gli usurpatori. Un baratro di incomunicabilità la separa dalla madre Clitennestra, colpevole dell’omicidio del re e marito insieme con l’amante Egisto. Un dramma che prende corpo tra odio, matricidio, sentimenti atavici che rendono Elettra un dramma della realtà odierna, incarnando l’eterna in capacità dell’uomo di percorrere altre strade per porre fine ai conflitti.

Gli spettacoli per le scuole si svolgeranno il 4 aprile alle 9 e alle 11, il 5 aprile alle 9, mentre quelli aperti alla cittadinanza alle 21 sia il 4 che il 5 aprile. Importante prenotarsi chiamando la professoressa Maura Crema al numero 334 92 23 088.

 

Più informazioni su