Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Ecco la nuova piscina del parco: “Possibile in futuro la copertura dell’impianto” foto

Presentato il progetto di riqualificazione che porterà alla costruzione di una piscina di misure olimpioniche. "Abbiamo condiviso col Coni la volontà di realizzare un impianto che nelle regioni vicine e in Molise non c'è" ha detto il sindaco, anticipando la possibilità che il progetto di finanza per il nuovo trasporto urbano possa portare a un accordo per la copertura dell'intera opera

Da una doppia vasca con trampolino a un solo impianto capace di ospitare non solo bagnanti del posto e di fuori, ma soprattutto gare e meeting di carattere nazionale e internazionale. Il progetto di riqualificazione delle piscine del parco di Termoli è stato presentato oggi, giovedì 4 aprile, in conferenza stampa, nella sala consiliare del Comune.

Piscina parco prima e dopo

Come anticipato da primonumero.it, verrà costruita una sola grande vasca da 50 metri di lunghezza, 21 di larghezza, 2 di profondità. Ci saranno l’area solarium, la tribuna da 480 posti, lo spazio infermeria, bagni per il pubblico e gli atleti, spogliatoi per atleti, arbitri e istruttori e quattro nuove torri faro per l’illuminazione notturna.

Conferenza piscina parco

Particolarmente soddisfatto il sindaco Angelo Sbrocca. “Questo progetto non ha solo valore sportivo ma anche storico e affettivo perché la piscina comunale è nata col parco. Quando eravamo ragazzi – ha aggiunto – la piscina e il campo di basket erano il fulcro del divertimento, per nuotare e giocare a pallacanestro, stare all’aria aperta”.
Il primo cittadino ha confermato che la scelta di una piscina olimpionica è stata voluta e condivisa col Coni. Questo ha comportato “un ulteriore sforzo” che comporterà una spesa di 587mila euro per il Comune, da aggiungere ai 600mila euro del Patto per il Molise che la Regione ha concesso a Termoli per il rifacimento della piscina.

La novità è che in un secondo momento l’impianto potrà anche essere coperto. Parola di Sbrocca: “C’è una proposta per un project financing sul trasporto urbano e la mobilità sostenibile. In questa proposta c’è la volontà di chiudere la piscina e farla coperta. Impianti di questo tipo ci sono a Rimini e Riccione sulla fascia adriatica e poi a sud ma lontani da Termoli. Questo ci consentirà di ospitare gare nazionali e internazionali anche master. Noi abbiamo Antonio Casolino, decano del nuoto. Vorremmo che lui potesse fare una gara nella sua città”.

Conferenza piscina parco

Da parte dell’ingegnere Gianfranco Bove, dirigente ai Lavori Pubblici del Comune, “soddisfazione per aver in parte contribuito a questo intervento di riqualificazione che i cittadini ci chiedevano. Abbiamo avviato la gara d’appalto ed entro il 12 aprile arriveranno le offerte. Contiamo di aggiudicare l’opera entro 45-50 giorni. Per i lavori c’è un anno di tempo“. In sostanza se tutto filerà liscio, entro l’estate 2020 si potrà avere la nuova piscina del parco.

Parola poi ai progettisti, presenti con l’architetto Pasquale Santangelo, l’architetto Gennaro D’Alessandro e l’ingegner Mariella Mancini, parte del team che ha vinto la selezione pubblica per realizzare il progetto. Proprio Santangelo ha fornito delle specifiche tecniche sull’impianto, rivelando che “il trampolino che c’è sarà abbattuto e non verrà sostituito. Per farlo avremmo dovuto dare una profondità tale alla piscina che avrebbe comportato l’esigenza di riscaldarla anche d’estate con un grosso aggravio di spesa”.
L’assessore all’Urbanistica Pino Gallo l’ha definito “uno degli interventi pubblici più attesi che i cittadini ci chiedevano e che ci eravamo prefissati fin dall’inizio“.