Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Depressione: come individuare i soggetti colpiti e curarli. Specialisti a confronto in un convegno

La depressione: un tema quanto mai attuale oggigiorno ed intorno al quale sono variegate le posizioni culturali e tecniche. È questo il fulcro di un convegno, unico nel suo genere, organizzato dal Centro di Salute Mentale diretto dal dottor Angelo Malinconico che si svolgerà martedì 16 aprile nella sala conferenze dell’Hotel Meridiano di Termoli.

Un incontro importante che, dalle 9.30 alle 17, discuterà di strategie per favorire una diagnosi accurata e standardizzata della depressione e descritti il razionale, le basi farmacologiche e le strategie cliniche per favorire un trattamento personalizzato, efficiente ed efficace, lasciando adeguato spazio agli aspetti più pratici e utili nelle attività cliniche di tutti i giorni, anche attraverso la discussione di casi clinici simulati, a valenza didattica. Le relazioni saranno tenute dal dottor Angelo Malinconico e dal dottor Alessandro Cuomo ma, principalmente, da un esperto mondiale in tema di psicofarmacologia e in particolare di trattamento della depressione, il professor Andrea Fagiolini.

Nel mondo sono circa 350 milioni le persone colpite dalla depressione che determina enormi danni sulla qualità della vita e sulle capacità di funzionamento, deteriorando il benessere, la capacità di lavoro e di relazione di chi ne è affetto e, spesso, dell’intera famiglia. Nelle espressioni più gravi, la depressione può portare al suicidio ed è responsabile di almeno un milione di morti ogni anno. Molte persone che ne soffrono non ricevono una diagnosi rapida e corretta mentre altre che non hanno un vero e proprio disturbo mentale vengono trattate con interventi inappropriati.

Questo perché la diagnosi di depressione non può prescindere da una valutazione accurata che, oltre alla formulazione di una diagnosi categoriale, prenda in considerazione le varie dimensioni della sintomatologia con la quale il disturbo si esprime in ogni singolo paziente, con il fine ultimo di garantire una cura più personalizzata possibile e, allo stesso tempo, anche per ridurre il rischio di identificare come patologia condizioni che non sono patologiche.

evento-147917