Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Comunali, domenica delle Palme di riunioni nel centrodestra. Toma: “Consultazioni finite, ora la soluzione”

Giornata di colloqui con i coordinatori dei tre principali partiti della coalizione (Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia) per il governatore Donato Toma. Domani, 14 aprile, il summit decisivo.

Per essere un giorno festivo il summit è convocato di buon’ora: alle 9 in punto. E chissà se alla fine sul tavolo del centrodestra ‘compariranno’ i ramoscelli d’ulivo, simbolo della pace e della domenica delle Palme. E’ questo il giorno scelto dal presidente della Regione Donato Toma per provare a fare sintesi dopo quindici giorni di veleni sulla spartizione delle candidature decisa dai leader dei tre principali partiti (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia). A Campobasso il nome di Alberto Tramontano, designato dal Carroccio per la corsa a sindaco, non mette d’accordo tutta la coalizione.

Dopo giorni di riunioni e trattative, l’intesa è ancora in alto mare. Quello di domani (14 aprile) potrebbe essere il summit decisivo, convocato 48 ore l’ultimo confronto tra il presidente, gli assessori e i consiglieri della sua maggioranza. Alcuni di questi non avrebbero nascosto il dissenso per il metodo di scelta dell’aspirante primo cittadino di capoluogo. Vincenzo Niro e Quintino Pallante (rispettivamente Popolari per l’Italia e Fratelli d’Italia) avrebbero espresso le posizioni più critiche. Da giorni negli ambienti politici si ripete che i centristi assieme ad alcuni movimenti civici gradirebbero maggiormente la candidatura dell’imprenditore nonchè presidente dell’Acem Corrado Di Niro. Inoltre, durante il confronto di ieri (12 aprile), sarebbero circolati i nomi dell’ex assessore Aldo De Benedittis e dell’avvocato Roberto Fagnano.

Per trovare la sintesi l’opera di mediazione del governatore va avanti: slittato il faccia a faccia con i rappresentanti dei movimenti, oggi – 11 aprile – l’incontro con i coordinatori regionali dei tre principali partiti dello schieramento (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), ossia coloro che hanno ufficializzato in una nota la candidatura di Tramontano a Campobasso e di Francesco Roberti a Termoli rispettando le imposizioni dei vertici nazionali.

Domani mattina avremo la soluzione”, dice convinto Toma a Primonumero. “Al tavolo porterò delle proposte. Penso che ci possa essere un candidato condiviso o più candidati condivisi. Io per ora sto pensando a mediare, non impongo delle scelte”.

Dall’incontro con i coordinatori dei tre principali partiti della coalizione è emerso che “le posizioni di Forza Italia e Fratelli d’Italia sono abbastanza aperte, invece la Lega resta sulla sua. Domani ne discuteremo“. Ad ogni modo, sottolinea il capo della Giunta regionale, “sono tranquillo perchè ho in mente le soluzioni, le proporrò e una di queste soluzioni sarà sicuramente quella che verrà fuori”.