Assalto a Foggia, ladri sfondano vetrina della banca con auto rubata a Termoli

Il colpo andato a monte alle 4,30 di stamattina. I malviventi hanno usato una Fiat Panda che risulta trafugato nella città adriatica. Indaga la Polizia

Era stata rubata a Termoli l’auto utilizzata per sfondare la vetrina della Bpm di Foggia e posizionare un ordigno per far esplodere il bancomat con l’ormai nota tecnica della marmotta. Il fatto è accaduto stamattina 3 aprile attorno alle 4,30. Un colpo che tuttavia non è andato a segno.
Tre rapinatori incappucciati, come si evince dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza, hanno buttato giù la porta a vetro posizionata in una stradina laterale della filiale della Banca Popolare di Milano di piazza Giordano, nel capoluogo della Capitanata.
Una volta all’interno, con la tecnica della marmotta, hanno posizionato una carica di esplosivo, forse gas acetilene, all’altezza della cassaforte del bancomat. Il boato è stato fortissimo ed è stato udito a diverse centinaia di metri di distanza. Un colpo molto simile ad altri effettuati anche in Basso Molise, sia a Termoli che nei paesi limitrofi, e che nei mesi scorsi aveva anche portato all’arresto di un affiliato del clan Lanza, proprio di Foggia, in una operazione portata a termine dai carabinieri di Larino.
Ingenti i danni alla struttura. Sono stati ritrovati i cassetti dello sportello automatico oltre a banconote bruciacchiate, ma a quanto sembra i ladri non sono riusciti a portar via il bottino.  La polizia ha avviato da subito le indagini a partire dal furto dell’auto, una Fiat Panda che risulta essere di proprietà di un cittadino termolese. Al vaglio anche le immagini delle telecamere per capire se i malviventi possano aver fatto qualche passo falso utile alle indagini.