Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Arretrati di 4 mesi, affitti non pagati e spogliatoi senz’acqua: scioperano i calciatori del Città di Termoli

I calciatori del Città Di Termoli non scenderanno in campo questo pomeriggio 20 aprile a Roccasicura nella gara valida per il 29esimo turno del campionato regionale di Eccellenza molisana, in sciopero contro la società giallorossa per il mancato versamento dei rimborsi pattuiti e altre mancanze economiche e gestionali attribuiti ai vertici del club.

Al termine di una stagione tormentata che vede il massimo club calcistico termolese protagonista di un anonimo campionato da metà classifica (settimo posto, niente playoff) in un torneo dal livello sempre più basso e poco attraente per il pubblico, i calciatori hanno scelto la via più drastica per mostrare tutto il loro malcontento nei confronti della guida del presidente Marco Castelluccio.

In particolare viene lamentato il mancato pagamento dei rimborsi spese pattuiti dai vari calciatori e dal tecnico Paolo Di Lena. In alcuni casi gli arretrati arrivano a cinque mesi, in altri quattro mensilità.

Inoltre negli spogliatoi dello stadio utilizzato per gli allenamenti manca l’acqua da circa un mese, stando a quanto afferma una rappresentanza della squadra e gli allenamenti si sono quindi fermati.

Altro grave episodio che si protrae da tempo è il mancato pagamento degli affitti negli alloggi dove vivono i tre ragazzi di fuori regione che negli ultimi mesi hanno difeso i colori giallorossi e che nei prossimi giorni potrebbero essere sfrattati. Nei loro appartamenti per altro non è funzionante da tempo il gas, cosicchè i tre giovani sono stati costretti a soluzioni di fortuna per poter mangiare.

Una situazione definita quindi insostenibile dai calciatori che non si presenteranno oggi a Roccasicura, portando quindi alla sconfitta a tavolino per 3-0 del Città di Termoli con annessa penalizzazione di un punto e multa alla società.