Trasporto pubblico, esultano i 5 Stelle: “Ora nuovi contratti e più tutele per gli autisti”

“Grazie all’approvazione della nostra mozione l’assessore ai Trasporti Vincenzo Niro e tutta la maggioranza hanno il formale impegno di tutto il Consiglio regionale e gli strumenti necessari per poter stipulare nuovi contratti con i soggetti che gestiscono il trasporto pubblico locale, per adeguare i servizi e i costi e, soprattutto, per tutelare i lavoratori”.

Questi i vantaggi che il Movimento 5 Stelle mette in luce il giorno dopo l’approvazione in Consiglio regionale della mozione sul trasporto pubblico regionale.  Andrea Greco e i suoi colleghi non nascondono la soddisfazione per “l’opposizione propositiva e intransigente che stiamo portando avanti e in particolare della battaglia sul trasporto pubblico locale che combattiamo da 8 mesi al fianco dei lavoratori e dei cittadini”.

La loro mozione puntava non solo a riordinare il settore, ma anche a pungolare la Regione sul bando per il gestore unico in modo tale da affidare il servizio a una ditta seria. Per troppi anni il trasporto pubblico ha registrato disagi, con gli utenti che hanno viaggiato e continuano a viaggiare su mezzi inadeguati, mentre gli autisti hanno dovuto fare i conti con aziende che non hanno corrisposto loro con regolarità gli stipendi.

Il trasporto pubblico è nel caos più totale – proseguono i consiglieri pentastellati – e a farne le spese sono i molisani, i pendolari e gli operatori del settore che fanno i conti ogni giorno con una gestione non degna di un Paese civile. Con la nostra mozione abbiamo chiesto di: rivedere i contratti in essere perché è impensabile prevedere contratti con la Pubblica amministrazione senza giorno di scadenza; di rescindere i contratti con le aziende inadempienti e affidarli a chi riesca a garantire il regolare pagamento ai dipendenti e servizi di qualità parametrati a quanto stiamo spendendo; di prevedere una clausola contrattuale che assicuri, dopo due mesi di mancata retribuzione, la possibilità, da parte della Regione, di sostituirsi al soggetto gestore; di eliminare dal contratto quelle che possono essere le corse effettuate a rischio d’impresa; di prevedere un controllo sui biglietti emessi”.

Ultima ooservazione politica: “Non possiamo che essere orgogliosi di questo traguardo raggiunto che, siamo certi, avrà ricadute positive sulla vita dei lavoratori e sulla qualità del servizio di trasporto pubblico su gomma, per tutti i molisani. Questa – concludono i portavoce del MoVimento – è anche la dimostrazione che quando il Consiglio regionale riesce a superare le visioni ideologiche e politiche approva proposte come questa, etiche e di buon senso”.