Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Offende sul suo blog il sindaco a 5 Stelle di Civitavecchia, molisano a processo

Il prossimo 18 aprile un 65enne del Basso Molise dovrà comparire davanti ai giudici del Tribunale di Larino. Deve rispondere del reato di diffamazione a mezzo stampa dopo aver offeso sul suo blog l'amministrazione laziale

Si può insultare sul web senza rischiare nulla? Non sempre è così. Forse non la passerà liscia, ad esempio, un appassionato di web del Basso Molise: l’uomo, un 65enne nato a Campomarino ma residente a Termoli, andrà a processo. Dovrà rispondere di diffamazione a mezzo stampa dopo aver offeso l’amministrazione comunale di Civitavecchia, targata M5S, in un articolo pubblicato sul suo blog.

Il sindaco grillino di Civitavecchia e mezza giunta denunciati per aver falsificato un atto pubblico“: il titolo del post, che ha messo in fibrillazione il Municipio della città laziale. I diretti interessati lo hanno evidentemente considerato offensivo. In particolare si sono sentiti particolarmente diffamati il sindaco Antonio Cozzolino, l’assessore all’ambiente e alcuni funzionari comunali che hanno deciso di trascinare davanti ai giudici l’autore dell’articolo in cui, come riporta il capo di imputazione, “veniva riferito falsamente che il progetto per la stazione di trasferenza dei rifiuti (in pratica il sito in cui vengono lasciati i rifiuti prima del conferimento in discarica, ndr) era stato trasmesso dal Comune di Civitavecchia alla Regione Lazio adoperando l’account di un ex dirigente”. Inoltre, riferiva il testo, “tale vicenda costituiva una nuova puntata di mala amministrazione targata Cozzolino”.

A Civitavecchia non ci hanno ‘visto’ più. Nel processo, che inizierà il prossimo 18 aprile al Tribunale di Larino, l’amministrazione guidata da Cozzolino ha deciso di costituirsi parte civile. E par farsi rappresentare davanti ai giudici si sono affidati all’avvocato campobassano Silvio Tolesino, scelto un paio di giorni fa attraverso una apposita selezione pubblica.

L’imputato invece sarà difeso dall’avvocato Oreste Campopiano. Una vicenda che potrebbe fare giurisprudenza su un tema molto spinoso e controverso: haters e leoni da tastiera.