Tragedia al largo di Termoli, muore cameriere sulla nave della piattaforma petrolifera

L'allarme è scattato verso le 8 ma era già troppo tardi per il 58enne abruzzese. Sul posto 118 in elicottero e una motovedetta della Capitaneria

Più informazioni su

Una morte improvvisa ma con tutta probabilità per cause naturali quella avvenuta stamattina 4 marzo sulla nave di stoccaggio della piattaforma petrolifera ‘Alba marina’ al largo della costa termolese. Il cameriere che lavorava sulla grossa imbarcazione ha perso la vita nelle scorse ore per un probabile infarto. L’allarme è scattato attorno alle 8 del mattino, quando dall’imbarcazione è giunta una chiamata alla Guardia Costiera.

Non è ancora chiaro se il decesso sia avvenuto nel sonno o mentre l’uomo, 58 anni, stava lavorando. Lo staff della cucina dell’Alba Marina è gestito da una ditta esterna alla piattaforma,la Ligabue Group, servizio di catering con sede a Venezia. La vittima F.G. era abruzzese, per la precisione di Ortona.

motovedetta-145793

Del fatto sono stati avvertiti immediatamente sia il personale della Capitaneria di porto di Termoli che i paramedici. Una motovedetta della Guardia Costiera ha raggiunto in breve tempo la piattaforma per i necessari accertamenti. Necessario anche l’arrivo del 118 in elicottero per constatare il decesso. Sarà il magistrato di turno alla Procura di Larino a dover autorizzare il trasferimento della salma.

La nave ‘Alba marina’ fa parte della piattaforma denominata ‘Rospo mare’ della Edison e opera in acque molisane da quasi 40 anni.

 

Più informazioni su