Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

M5S, dal Molise 11 papabili per l’Europarlamento ma ne rimarrà soltanto uno. Comunali, liste presentate con incognita civiche

Sono 11 gli iscritti alla piattaforma Rousseau che dal Molise hanno avanzato la propria candidatura al Parlamento europeo con il Movimento Cinque Stelle in vista della chiamate alle urne del 26 maggio. Intanto il Movimento sarà presente alle amministrative in cinque Comuni della regione: presentate le liste per Campobasso, Termoli, Campomarino, Riccia e Trivento da sottoporre alla valutazione del capo politico. Possibili anche alleanze con liste civiche

Dieci uomini e una donna, un totale di undici ma alla fine solo uno sarà scelto per le Europee. Sono gli iscritti molisani al Movimento Cinque Stelle che hanno avanzato la propria candidatura in vista del rinnovo del Parlamento europeo previsto per domenica 26 maggio. I loro nomi sono disponibili, assieme a curriculum e info personali, sulla piattaforma Rousseau, dove potranno essere valutati e votati prima della presentazione delle liste.

Ma andiamo con ordine perchè ieri (26 marzo) sul Blog delle Stelle sono stati ufficializzati i 2600 nomi degli iscritti che tenteranno la corsa a un posto al Parlamento di Bruxelles. “Con la pubblicazione delle liste, ogni iscritto avrà così il tempo necessario per visionare con attenzione i profili di tutti i candidati – si legge sul portale di riferimento del M5s -. È un modo per conoscerli meglio e per esprimere la preferenza con maggiore consapevolezza. Allo stesso tempo, questa fase sarà utile anche per effettuare controlli più capillari”.

Ed ecco quindi gli 11 nomi molisani: si tratta di Egidio Palma, 41 anni, di Venafro, Andrea Sanfilippo, 53 anni, di Capracotta, Incoronata Paolino, avvocato 52enne di Termoli. Fra i più conosciuti Nicola Simonetti, 53 anni di Campobasso, noto per essere referente del Comitato Scuole sicure del capoluogo molisano nonché uno degli esponenti più battagliero del comitato dei genitori della scuola don Milani di via Leopardi.
Ci sono poi il 51enne Carmine La Pietra, di Campobasso, quindi il più anziano del gruppo, il 72enne Mario Arielli di Termoli, poi il 46enne Natalino Paone di Isernia, il 45enne ingegnere Gianni Di Tomaso di Isernia, il 58enne professore di Colli a Volturno Michele Raddi, il 38enne di Campomarino Angelo Prozzo e il 64enne campobassano Fedele Clemente, ex dirigente del 118 Molise.

“Al termine di questa prima fase di consultazione dei profili – la spiegazione del blog -, le liste definitive saranno sottoposte al voto degli iscritti. E per la prima volta verrà impiegata una nuova area di voto. La modalità di voto sarà, infatti, differente rispetto alle precedenti. Non ci sarà un voto singolo per ogni preferenza espressa. Gli iscritti, infatti, potranno ora esprimere fino a cinque preferenze e – una volta selezionate – procedere con una singola azione di voto. Questa novità è stata introdotta per garantire agli iscritti un’esperienza di voto più efficiente, veloce e che gli consenta di poter visionare tutti i profili ed esprimere con maggiore facilità le preferenze a disposizione.
Al termine della prima sessione di voto su base regionale, i risultati verranno depositati presso due notai. Relativamente ai candidati che accederanno al secondo turno su base circoscrizionale, non verrà reso noto il numero di voti ricevuti per non influenzare la successiva consultazione. Tutte le preferenze ricevute verranno comunque rese pubbliche dopo il secondo turno”.
Per il Molise si sa già che potrà esserci un solo candidato da inserire nella circoscrizione Meridionale delle elezioni europee.

Ma mentre questa prima fase per Bruxelles è terminata, sono ore febbrili in casa M5S fra liste e candidati da ufficializzare in netto anticipo, come da prassi nel mondo pentastellato, prima delle Amministrative, nelle quali il simbolo M5S dovrebbe essere presente in cinque Comuni del Molise: Termoli, Campobasso, Campomarino, Riccia e Trivento.

Di michele m5s

A Termoli manca solo il timbro dell’ufficialità per la ricandidatura a sindaco dell’unico consigliere comunale di questi ultimi cinque anni, vale a dire Nick Di Michele. Il quale conferma e aggiunge che la lista è stata già inviata via web. “La nostra lista è un mix fra iscritti storici e persone nuove. Adesso i nomi verranno valutati e certificati. Contiamo di ufficializzare tutto entro dieci giorni“. I si dice intanto tendono a escludere che in lista ci sia anche Giulio Botteri, il più votato nel 2014 e da un anno collaboratore di Patrizia Manzo in Regione. L’ufficialità però si avrà solo fra qualche giorno.

Nel frattempo però resta aperta la possibilità espressa dal vice premier Luigi Di Maio di aprire ad alleanze con liste civiche, visti i risultati che alle ultime elezioni regionali hanno visto i pentastellati soccombere contro corazzate di coalizione, un po’ come accaduto un anno fa alle Regionali che hanno premiato Toma su Greco. “Ne stanno discutendo i gruppi parlamentari, verranno date delle regole entro il 4 aprile – commenta Di Michele -. In base a quelle valuteremo, perchè non sarà dato l’obbligo di allearsi a delle liste civiche, bensì libera scelta. Noi del Movimento a Termoli stiamo discutendo e in base alle regole decideremo”.