Liberi di leggere, Valentina Farinaccio incontra i detenuti del carcere di Campobasso

Poche certezze su cui contare, ma un’unica incrollabile fede: tra un’isola e l’altra c’è sempre il mare. Ma per il resto tutto può diventare il suo esatto contrario. Tanto vale rischiare, soprattutto quando la posta in gioco è la felicità.

È questo il messaggio con cui si sono confrontati nelle ultime settimane e da qui partono per una giornata all’insegna della lettura e del confronto.

Nell’ambito di Liberi di leggere, l’iniziativa di Ti racconto un libro 2019, il laboratorio permanente sulla lettura e sulla narrazione – promosso e sostenuto dal Comune di Campobasso e realizzato dall’Unione Lettori Italiani, con la direzione artistica e organizzativa di Brunella Santoli e il patrocinio della Provincia di Campobasso – la scrittrice Valentina Farinaccio farà visita ai detenuti del carcere di Campobasso per discutere e confrontarsi sul suo ultimo libro, Le poche cose certe, che gli ospiti della casa circondariale hanno letto nelle ultime settimane.

L’incontro, in programma domani martedì 26 marzo alle ore 15.30 nell’istituto carcerario, è organizzato in collaborazione con il Laboratorio di lettura del carcere di Campobasso, condotto da Brunella Santoli, e rappresenta un’occasione unica di crescita culturale e umana, non solo per i detenuti, ma anche per gli organizzatori dell’appuntamento che da anni promuovono questo tipo di iniziativa che ha registrato sempre riscontri molto positivi.