Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

“Il Ponte” compie trent’anni. Un numero speciale per celebrare la storica rivista

La storica rivista “Il Ponte” compie trent’anni. E a Larino il 22 marzo si terrà un evento per celebrare la ricorrenza. Era infatti il dicembre 1988 quando a Larino nacque, su iniziativa di un gruppo di giovani di diversa estrazione sociale, la rivista “Il Ponte”.

Dopo 30 anni dalla pubblicazione del primo numero del periodico, diventato nel tempo un punto di riferimento culturale per Larino, per il Basso Molise e per tutto il territorio regionale, la Fondazione Michelino Trivisonno Onlus ha deciso di presentare un numero speciale della rivista, con all’interno una parte dei numerosi articoli pubblicati sui vari numeri nei primi dieci anni di vita del periodico, nel corso di una manifestazione in programma venerdì 22 marzo alle ore 17 nella Sala Freda del palazzo Ducale di Larino.

L’idea, condivisa dal Consiglio di amministrazione della Fondazione Trivisonno, prende spunto dalla volontà di far conoscere e ricordare le tante iniziative positive promosse e attuate in quegli anni cruciali della storia del Novecento, coincidenti con il crollo del muro di Berlino e con la fine dei partiti di massa, anni che hanno segnato anche le sorti del Molise.

“Il Ponte” è stato un vero e proprio laboratorio all’interno del quale la comunicazione,  nel significato  alto del termine, ha avuto un ruolo centrale, ma anche uno strumento operativo di analisi ed  elaborazione critica e intellettuale che tanto ha contribuito alla crescita democratica  della comunità.

L’iniziativa pubblica, presentata e coordinata da Andrea Vitiello, Presidente della Fondazione Michelino Trivisonno Onlus, sarà aperta dai saluti del Sindaco di Larino Pino Puchetti e dall’Assessore alla cultura Maria Giovanna Civitella. Seguiranno gli interventi di Fulgenzio Caradonio, componente del Cda della Fondazione; dello storico Giuseppe Mammarella e del poeta Umberto Cerio. Le conclusioni saranno affidate a Domenico Cigno Membo, già direttore responsabile del periodico.