Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il molisano Giannubilo nella rosa dei 12 finalisti al Premio Strega. ‘Il Risolutore’ alla volata finale

Il romanzo edito da Rizzoli che racconta la vita estrema di Gian Ruggero Manzoni selezionato nella magica dozzina che si contenderà il più prestigioso premio di narrativa italiana. Pier Paolo Giannubilo, molisano residente a Campobasso dove insegna letteratura in un liceo, ha conquistato la critica che gli sta riservando ottime recensioni, ma anche il pubblico: Il Risolutore è alla sua seconda ristampa in meno di 2 mesi

Il molisano Pier Paolo Giannubilo è tra i dodici finalisti del Premio Strega 2019. Sono state ufficilizzate oggi (17 marzo) le 12 opere scelte tra le 57 proposte dagli Amici della domenica. Il libro ‘Il Risolutore’ (edito da Rizzoli) del docente e scrittore di Campobasso è stato proposto per la maggiore competizione letteraria italiana da Ferruccio Parazzoli.

Una grande successo sin qui per il libro rivelazione che narra la storia estrema di Gian Ruggero Manzoni, il pronipote di Alessandro, e che del tutto inaspettato non è visto il plauso che il volume sta ottenendo a livello di pubblico e critica. Alla sua seconda ristampa dopo circa una settimana dall’uscita, il libro è stato oggetto di svariati articoli che lo recensiscono con unanime approvazione.

Per Il Sole 24 ore, è uno dei libri sui cui puntano gli editori italiani per il 2019.  Di recente se ne è occupata anche La Repubblica che, nelle sue Le Storie, ha fatto un racconto dell’autore e del Manzoni titolando “Il nipote di Manzoni che dice: “Io uccido”.

I libri candidati saranno votati da una giuria composta dai 400 Amici della domenica, da 200 votanti all’estero selezionati da 20 Istituti italiani di cultura, da 40 lettori forti selezionati da 20 librerie associate all’ALI, e da 20 voti collettivi di biblioteche, università e circoli di lettura, per un totale di 660 votanti. Il 12 giugno dei 12 aspiranti vincitori ne rimarranno solo 5, che si contenderanno l’ambito premio che verrà annunciato il 4 luglio.

Pier Paolo Giannubilo

Insieme a Giannubilo sperano Valerio Aioli (Nero ananas), Paola Cereda (Quella metà di noi), Benedetta Cibrario (Il rumore del mondo), Mauro Covacich (Di chi è questo cuore), Claudia Durastanti (La straniera), Marina Mander (L’età straniera), Eleonora Marangoni (Lux), Cristina Marconi (Città irreale), Marco Missiroli (Fedeltà), Antonio Scurati (M. Il figlio del secolo) e Nadia Terranova (Addio fantasmi), quest’ultima di recente ospite della libreria Fahrenheit di Termoli.

Il premio Strega, che vanta tra i suoi storici vincitori autori quali Ennio Flaiano (che nella prima edizione del ’47 vinse con il suo Tempo di uccidere), Cesare Pavese, Alberto Moravia, Giorgio Bassani, Elsa Morante, Dino Buzzati, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Natalia Ginzburg, Anna Maria Ortese, Primo Levi e, più di recente, Umberto Eco, Gesualdo Bufalino, Sebastiano Vassalli, Dacia Maraini, Nicolò Ammaniti, Paolo Giordano, solo per citarne alcuni, è a buon diritto considerato il premio più prestigioso nell’olimpo della letteratura italiana.

Pier Paolo Giannubilo potrebbe presto essere lì con loro.