Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il Borgo delle donne fra letture, monologhi e riflessioni foto

Più informazioni su

Venerdì 8 marzo al Castello Svevo di Termoli è stata inaugurata la VI Edizione de Il Borgo delle Donne. Quest’anno a fare da capofila c’erano le letture, ormai filo rosso conduttore delle varie edizioni de Il Borgo delle Donne, che hanno lo scopo di far condividere pensieri ed emozioni usufruendo delle parole messe nero su bianco dalle grandi scrittrici e poetesse del nostro tempo, ma anche attraverso brani estrapolati e talvolta rivisti di autori maschili che hanno contribuito a dare risalto alle figure femminili.
“I pensieri di una Madre” hanno visto protagoniste diverse donne termolesi che volontariamente hanno partecipato a degli incontri di confronto per la scelta dei testi e che si sono proposte per leggere e fare propri questi pensieri così profondi.

Sabato 9 marzo è stata la volta di “Assaggi di Donna”, una manifestazione che non intendeva alludere semplicemente alla degustazione di prodotti fatti in casa ma che era volta a scoprire insieme la molteplicità del femminile ed offrire l’opportunità di affacciarsi ad una finestra sul mondo delle Donne. Un mondo colorato e variegato i cui frutti sono dati dalla consapevolezza di quelle che sono le proprie capacità e dalla cura di quelle che sono le proprie passioni.
“E’ stato un successo per noi, ci sentiamo davvero soddisfatte per come sono andate entrambe le manifestazioni. Ci siamo emozionate e commosse, insieme a tutta la platea. Elisa Amoruso ha interpretato egregiamente il monologo “I figli ti invecchiano” di Valerio Mastandrea, tutt’altro che semplice, riadattato per una voce femminile. Grazie a lei e a tutte le donne che anche quest’anno hanno voluto mettersi in gioco senza avere paura di mostrarsi così come siamo: non attrici ma donne semplici, forti, capaci di emozionarsi. Grazie anche al nostro accompagnamento musicale: ad Anna Botticelli, una giovane ragazza di 19 anni che quest’anno ha voluto unirsi a noi e che ci ha deliziato con la sua voce, e a Claudio Fiorilli che da tanti anni ci supporta con le note musicali della sua chitarra. Grazie ad Andrea Fiorilli, che ha partecipato nelle vesti di figlio leggendo “A mia madre”, una poesia molto intensa di Erri de Luca.
Grazie a tutte le donne che hanno esposto le loro opere ed i loro oggetti preziosi, che hanno contribuito ad arricchire di storia e di colori i corridoi del Castello Svevo; in modo particolare ringraziamo Mariapia Sciarretta che ha esposto la sua meravigliosa opera di “cake design” vincitrice del Puglia Cake Festival e Ira Alberico che per la prima volta ha partecipato a questa iniziativa esponendo le sue bellissime tele; un enorme grazie a chi ha partecipato con interesse, a chi ha voluto esserci, supportarci, ascoltarci e domandarci perché senza di voi queste iniziative perderebbero di senso”.

Prossimo appuntamento sabato 16 marzo alle 18,30 al Castello Svevo per la proiezione del film “Figlia Mia” di Laura Bispuri con Valeria Golino e Alba Rohrwacher.

Più informazioni su