Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

I 30 anni de ‘Il Ponte’, proseguono gli eventi per omaggiare la storica rivista foto

Successo per la celebrazione dei 30 anni de ‘Il Ponte’ e il 28 si bissa con un’iniziativa per gli studenti. Ha riscosso apprezzamento unanime l’evento promosso dalla Fondazione Michelino Trivisonno Onlus lo scorso 22 marzo al Palazzo Ducale di Larino. Nell’occasione è stato infatti presentato il numero speciale che celebra i 30 anni dalla nascita della rivista ‘Il Ponte’ pubblicata per la prima volta nel dicembre del 1988 e che ha contribuito in modo rilevante alla crescita culturale e civile della comunità.

Lo speciale contiene in parte articoli significativi che ripercorrono i primi dieci anni di vita del giornale e le tematiche affrontate che, nonostante il trascorrere del tempo e i cambiamenti profondi che hanno interessato il quadro politico e sociale a livello locale e nazionale,  sono ancora oggi di stretta attualità.

All’iniziativa pubblica, voluta anche per ricordare la figura di Michele Trivisonno che, oltre ad essere assiduo lettore della rivista ne ha sempre auspicato la riproposizione, sono intervenuti alcuni di coloro che hanno collaborato alla nascita del periodico, rendendo tale strumento un autentico laboratorio di confronto democratico e di elaborazione critica e propositiva.

Dall’attuale presidente della Fondazione Trivisonno Andrea Vitiello allo storico Giuseppe Mammarella; dallo scrittore e poeta Umberto Cerio al redattore e componente del Cda della Fondazione Trivisonno, Fulgenzio Caradonio. Significativi inoltre gli interventi del critico d’arte Antonio Picariello e del professor Luigi Pizzuto.

30 anni de Il Ponte

A conferma del grande interesse nato attorno all’iniziativa editoriale, giovedì 28 marzo alle ore 9 nell’Aula Magna del Liceo D’Ovidio di Larino, su idea della docente Luana Occhionero, si terrà l’evento intitolato «Larino e “Il Ponte”: tra passato, presente e prospettive future».

I redattori della rivista incontreranno gli studenti dell’Istituto superiore frentano che, affiancati dai loro insegnanti, illustreranno i loro lavori realizzati nell’ambito dei percorsi di alternanza scuola-lavoro. Un momento di incontro tra generazioni diverse e di scambio culturale, in linea con quello che era il sogno di Michele Trivisonno ovvero “ridare ai giovani la possibilità reale di rilanciare lo sviluppo di Larino e del suo territorio e di fermare un declino che sembra inarrestabile”.  Nell’occasione porteranno i loro saluti il dirigente scolastico Angela Maria Tosto, il Sindaco di Larino Pino Puchetti e il Presidente della Fondazione Michelino Trivisonno. Seguiranno gli interventi di Michele Russo, Presidente del Tribunale di Larino, e di Vincenzo Musacchio, direttore della Scuola di Legalità don Peppe Diana.