Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Gli studenti molisani stanno con Greta: davanti alle scuole flash mob per l’ambiente

Anche il Molise ha deciso di partecipare allo sciopero per l’ambiente e di sostenere la battaglia di Greta Thunberg, le 16enne attivista che potrebbe essere candidata per il Nobel. L’Unione degli studenti e Legambiente Molise hanno aderito alla mobilitazione e il 15 marzo, all’uscita da scuola, daranno vita a un flash mob per il Global Strike For Future.

Una iniziativa nata “contro le mancate politiche per fermare la febbre del pianeta”, si legge in una nota. “Una grande mobilitazione che fa seguito ai #fridaysforfuture, nati dalla protesta della sedicenne Greta Thunberg a Stoccolma in occasione della scorsa COP24, che ha riscosso ampia adesione in Italia”. Infatti, dal nord al sud della penisola, sono 140 gli appuntamenti in programma. In tutto il mondo si parla di 1325 eventi (in foto, una delle manifestazioni, ndr).

L’Italia è la seconda nazione per numero di adesioni, dopo la Germania (190) e gli Stati Uniti (136).

“Una mobilitazione che nasce dalla coscienza dei ragazzi ma la nostra associazione – le parole di dichiara Manuela Cardarelli, presidente Legambiente Molise – che dagli anni ’80 in prima linea per combattere i cambiamenti climatici, ne aderisce appieno. Un importante evento che smuove le coscienze dei governi mondiali. Al governo italiano chiediamo che si impegni affinché blocchi la filiera del petrolio dando spazio alle tecnologie pulite e alle fonti rinnovabili per ridurre le emissioni di gas serra, così come stipulato agli Accordi di Parigi”.

Nelle scuole previsti momenti di arricchimento della didattica convenzionale per discutere e sensibilizzare sul tema dell’ambiente e, in particolare, dei cambiamenti climatici. Al tempo stesso sarà ricordata la mobilitazione regionale del 21 marzo che si terrà a Campobasso sulla memoria e l’impegno per le vittime delle mafie.

La mobilitazione globale del 15 marzo dev’essere il punto di partenza di una “green revolution” che deve necessariamente coprire tutto il mondo,per questo l’UdS Campobasso aderisce e si impegna a sensibilizzare sul tema con tutti i mezzi possibili”, ha sottolineato Dario di Sisto (coordinatore cittadino dell’Unione degli Studenti Campobasso. Il suo è un appello al governo “affinchè le emissioni di gas serra si riducano il più possibile nel prossimo decennio e si azzerino. Per noi è inoltre impossibile non includere il tema mafie nella discussione, dato che in italia il traffico di rifiuti e lo smaltimento illecito degli stessi è monopolio delle mafie. Per questo il 15 marzo sarà una data importante in preparazione della mobilitazione regionale del 21”.

“Greta Thunberg, 16 anni, ci dimostra quanto sia potente il ruolo della parola”, l’opinione di Diletta Falcione, rappresentante d’istituto dell’Itas Pertini, l’istituto più grande della regione. “Ha mosso le coscienze dell’intero globo lottando per quello in cui crede: nel futuro del mondo. Il suo discorso ha messo in evidenza l’imminenza del rischio delle conseguenze dell’impatto climatico, problema che tocca tutti e “nessuno”. Ci dimentichiamo di essere abitanti del mondo, di avere il doveroso compito di difendere il Nostro pianeta. Ogni gesto, piccolo o grande che sia, contribuisce a mantenere in vita il pianeta. Non dimentichiamoci di Greta e delle sue assordanti e trascinanti parole. Ricordiamoci della prepotenza e il coraggio di Greta e dei suoi candidi sentimenti che a partire da domani, 15 Marzo 2019, renderanno il mondo un posto (almeno) più consapevole”.