Carnevale, carri e maschere invadono la città. Boom di presenze tra musica, balli e coriandoli fotogallery

Termoli come Rio de Janeiro: coriandoli, festoni, stelle filanti, maschere, musica, colori e spettacoli hanno invaso la cittadina basso molisana nel primo pomeriggio di domenica 3 marzo, per i consueti festeggiamenti del carnevale. La festa più amata dai piccoli, organizzata grazie all’impegno profuso di sei scuole di ballo termolesi: New Free Dance, Dance with me, Emozioni Latine, In punta di piedi, Fly Zone con il carro di Francesco Del Ciotto, Peter Pan.

Carnevale 2019 Termoli

Una giornata baciata dal sole e da un clima mite, per le temperature della stagione, ha battezzato la partenza dei quattro carri allegorici poco prima delle 16. La fantasia senza tempo della costruzioni, che si rifanno al mondo incantato dei film con ispirazioni a Grease o ai cartoni animati con ‘La Sirenetta’ ed i sorrisi delle maschere, con i bambini che hanno invaso le strade della città con la loro contagiosa allegria, hanno coronato una domenica di danze e divertimento.

Carnevale 2019 Termoli

Più che mai spettacolare la voglia di diventare qualcun altro che ha contagiato anche gli adulti: tantissimi i genitori vestiti per l’occasione assieme ai propri figli. Maschere più comuni ed amate come quelle dei Vigili del Fuoco o della Polizia, classiche come i cagnolini de ‘La carica dei 101’ e qualcuna un po’ meno usuale ma decisamente originale: padre e figlio, ispirandosi al romanzo ‘It’ scritto da Stephen King, hanno deciso di trasformarsi nel perfido clown Pennywise, con palloncino rosso a corredo e nell’innocente Georgie, con tanto di impermeabile giallo, prima vittima del pagliaccio più spaventoso di tutti i tempi.

Strepitosa la domenica di balli e divertimenti con grande attenzione alla sicurezza, affidata ai corpi di: Misericordia di Termoli, Protezione Civile, Polizia Stradale, Carabinieri, Polizia Locale con il personale che ha accompagnato i quattro carri allegorici lungo tutto il percorso e permesso lo svolgimento della manifestazione in totale sicurezza. Non sono mancate le multe ai veicoli parcheggiati lungo il secondo Corso e, in alcuni casi, anche il rimorchio dell’auto con l’ausilio di un carro attrezzi.

Sabato pomeriggio, invece, ampio spazio dedicato ai bambini, i veri protagonisti della festa, che hanno potuto assistere agli spettacoli di magia, all’intrattenimento dei comici e saltare sui gonfiabili montati in Piazza Vittorio Veneto: una giornata davvero ricca, ma in molti si sono lamentati per gli orari visto che alle 18.30 era già tutto finito ed i giochi erano stati smantellati.