Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

“C’è esplosivo a scuola”, caos al Classico e allo Scientifico. Momenti di paura, poi l’allarme rientra fotogallery

Sono scattati questa mattina, sabato 23 marzo, i due allarme bomba al liceo classico ed allo Scientifico di Termoli. Ai ragazzi ed al personale docente è stato fatto divieto di entrare in attesa di una squadra di artificieri. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Termoli.

Siamo arrivate qui alle 7.50 e i professori e i collaboratori scolastici ci hanno detto di non attraversare la strada perché nella scuola c’era un ordigno esplosivo“. Inizia così il racconto di alcuni degli studenti del liceo classico Perrotta di Termoli che questa mattina, sabato 23 marzo, hanno avuto divieto di entrare nelle rispettive classi.

L’allarme è partito in seguito al ritrovamento di un foglio lasciato affisso sulla porta di ingresso posteriore del Liceo: “Nella scuola c’è materiale esplosivo”. Il cartello, attaccato al vetro esterno da qualche ignoto nelle ore che hanno preceduto l’apertura del plesso, è stato rinvenuto dai collaboratori della scuola.

Immediata la telefonata al centralino del 112 e l’arrivo di tre pattuglie dei Carabinieri della Compagnia di Termoli che hanno provveduto ad un controllo certosino dell’intera struttura. Operazione durata più di due ore, mentre gli studenti attendevano fuori dal liceo.

Panico e terrore si sono fatti immediatamente strada negli animi dei ragazzi. Tantissimi hanno scelto di attendere in gruppo, dall’altro lato della strada, seguendo passo dopo passo gli aggiornamenti. Altri hanno telefonato ai propri genitori per rincuorarli.

“Ora ci sono i Carabinieri – raccontano i ragazzi a Primonumero.it – Ma hanno detto che ci faranno entrare alle seconda ora”. E infatti, alle 9, puntuale come un orologio svizzero, è suonata la campanella che ha permesso loro di rientrare in tutta sicurezza nelle proprie aule.

Stessa situazione anche al liceo Scientifico ‘Alfano’ termolese: anche qui un biglietto affisso fuori dalla porta ha insospettito i collaboratori che, dopo aver chiamato il comando del 112, hanno fatto allontanare dall’istituto gli studenti. Dopo l’ispezione degli agenti del Commissariato di Polizia di Termoli, l’allarme è rientrato ed i ragazzi sono tornati regolarmente a scuola.

Intanto proseguono gli accertamenti dell’Arma dei Carabinieri per capire chi possa esserci dietro il gesto che ha creato parecchio caos e oltre un’ora di paura in via Asia.