Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Al teatro Fulvio di scena la storia dei dittatori della Romania con “Gli sposi”

Prosegue la stagione teatrale del ‘Fulvio’ di Guglionesi. Dopo l’esordio del 2 marzo con il teatro di Samuel Beckett, sabato 16 marzo per il secondo appuntamento in programma andrà in scena ‘Gli sposi. A romanian tragedy’. Un’opera tratta da un testo di David Lescot che racconta la storia di Nicolae Ceausescu ed Elena Petrescu, dittatori della Romania trucidati dalla folla nel 1989, dopo aver regnato per 22 anni.

Ad interpretare la coppia ci saranno Elvira Frosini e Daniele Timpano, che di questo spettacolo hanno curato anche la regia.

 

Uno spettacolo che si preannuncia ‘accattivante’ e su cui hanno scommesso molto gli organizzatori, in primis la cooperativa Teatri Molisani che ha curato la stagione teatrale di Guglionesi che prende il nome ‘Investiamo in emozioni’. Spettacolo che poi sarà portato in scena al Teatro del Loto di Ferrazzano il 17 e il 18 marzo.

Si tratta della storia di “un’ordinaria coppia di dittatori”, i coniugi Ceausescu, che, come dei moderni Macbeth e Lady Macbeth dei Balcani, hanno governato la Romania per oltre vent’anni, seminando la paura nel popolo rumeno. Despoti capricciosi e sanguinari, il più sinistro tra i tiranni dei paesi del blocco comunista e sua moglie, sono stati, infine, sommariamente giustiziati davanti alle telecamere, sotto gli occhi del mondo, il 25 dicembre 1989. Una storia d’amore e politica che ha segnato la Storia contemporanea.

Per l’autore David Lescot – classe 1971, salutato da pubblico e critica come una rivelazione fin dal suo primo affacciarsi sulla scena – non c’è niente di cui il teatro non possa parlare: dalle storie più personali, che poi si rivelano sempre politiche, a quelle più globali. Soprattutto non c’è un linguaggio artistico che dall’infinito intrattenimento del teatro possa essere escluso e l’autore francese per questo riesce a muoversi tra le forme sceniche più svariate, dal teatro documentario al cabaret musicale, senza mai alterare l’asciutta efficacia della sua scrittura.

Di questo spettacolo l’autore ha detto: “Un uomo e una donna. Delle persone molto ordinarie, nella Romania del XX secolo. Entrambi vengono dalla campagna. Un po’ nello stesso modo l’uno e l’altra si ritrovano a militare nel Partito Comunista. Niente sembra distinguerli dai loro compagni. Tranne il fatto che sono un po’ meno dotati della media. Sono delle creature senza smalto in un mondo senza orizzonte”.

Biglietti teatro guglionesi

L’appuntamento è alle 21 al Teatro Fulvio. Per chi non fosse già abbonato, l’ingresso avrà un costo di 20 euro (18 se in prevendita) mentre per gli under 25 di soli 15 euro.

Dopo lo spettacolo ci sarà il dopo-teatro a cura del noto chef Bobo che proporrà uno dei suoi piatti della tradizione rivisitati.