Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Accordo Fca-sindacati: firmato il rinnovo di contratto per i dipendenti Fiat

Buone notizie per i dipendenti Fiat dello stabilimento termolese. È stata raggiunta l’intesa per il rinnovo del contratto per il periodo 2019-2022 di FCA, CNH Industriale e Ferrari. Lo hanno firmato Fim, Uilm, Fismic, Uglm e Associazione Quadri Fiat. Si tratta, secondo quanto riferisce il sindacato Fim-Cislm di una svolta sul salario, formazione, inquadramento e welfare. L’accordo riguarda circa 87mila lavoratori.

Previsti infatti aumenti mensili di 144,50 euro, vale a dire +8,24% sugli stipendi dei lavoratori dei tre gruppi automobilistici. Inoltre ci saranno versamenti alla previdenza integrativa pari al 2,2%, una riduzione di costi e di nuove coperture sulla sanità integrativa.

“Oltre all’aspetto retributivo, sono tre i principali cardini del nuovo contratto – spiega una nota di FCA -, a partire dal sistema di welfare aziendale, che si sviluppa attraverso il consolidamento del programma di flexible benefits e il potenziamento della previdenza complementare e dell’assistenza sanitaria integrativa.

Il secondo punto è il completamento del sistema partecipativo che, alla luce della positiva esperienza dell’ultimo quadriennio, ormai rappresenta non solo un modello di dialogo qualificato con le organizzazioni sindacali, ma è parte integrante dell’approccio industriale del gruppo in Italia. Infine, il contratto prevede la definizione della riforma dell’inquadramento introdotta in via sperimentale nel precedente rinnovo contrattuale”.

“Si tratta di un rinnovo contrattuale che sfida la crisi, poiché guarda con fiducia al futuro e riconosce aumenti salariali rilevanti in una fase di difficoltà dell’economia in generale e del settore dell’auto in particolare”, le parole Rocco Palombella, segretario generale della Uilm.

“Grande soddisfazione dopo quattro mesi di trattativa senza un’ora di sciopero, a dimostrazione che la scelta compiuta dieci anni fa di varare un contratto nazionale specifico è una scelta tutt’ora vincente”, ha commentato il segretario generale Fismic Confsal, Roberto Di Maulo.