Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Molise sotto choc: 7 morti in meno di 20 ore sulle strade. Venerdì lutto cittadino e Consiglio straordinario foto

Una scia di sangue senza precedenti sulle arterie viarie della regione: tra la Bifernina e la Statale 17 hanno perso la vita sette persone in un giorno. Venerdì i funerali delle 5 vittime del 20 marzo, con lutto cittadino a Ferrazzano e Ripabottoni. E sempre venerdì si riunirà il Consiglio regionale dopo la conferenza dei capigruppo per una seduta straordinaria incentrata sulla situazione di criticità e insicurezza delle strade.

Una scia di sangue senza precedenti sulle strade molisane, dove tra il 20 e il 21 marzo 2019 hanno perso la vita 7 persone. Le prime 5 nel terribile schianto tra una Citroen C3 e una Fiat Panda sulla Bifernina, poco prima del bivio per Montagano. I loro funerali sono previsti venerdì 22 marzo a Ferrazzano e Ripabottoni, i comuni di residenza dei tre uomini e delle due donne che non ce l’hanno fatta per le gravissime lesioni riportate.

Sarà lutto cittadino a Ferrazzano, il comune di Angelo Testa, 71 anni, e la moglie Natalia Fanelli, 65 anni, che hanno perso la vita insieme con Pasquale Paoletti di 72 anni: tutti e tre viaggiavano nella stessa auto.

Lutto cittadino anche nel comune di Ripabottoni dove il sindaco Orazio Civetta ha proclamato una giornata di sospensione di tutte le attività ricreative e delle attività commerciali e lavorative, oltre all’esposizione della bandiera Nazionale ed Europea listate a lutto per ricordare Giuseppe Piedimonte e Anna Patota, 80 e 76 anni, anche loro deceduti nel terribile mortale.

E oggi, meno di 20 ore dopo la strage, altre due vittime, che spingono anche le Istituzioni a interrogarsi seriamente sulle condizioni delle arterie viarie molisane, che peccano di carenza di manutenzione e limitazioni infrastrutturali.

Giovedì mattina, come ormai è noto, sono morti Angelo Iorio e Annalisa Salvati, 47 e 41 anni. Genitori di 5 figli, hanno perso la vita sulla Statale 17 mentre da Bojano, la cittadina di residenza, si dirigevano a Campobasso per cominciare, come sempre, il loro lavoro alla G3. Azienda che è chiaramente in lutto per l’accaduto.

Per domani è stata convocata la conferenza dei capigruppo in Consiglio regionale dal Presidente Salvatore Micone, che prelude alla seduta monotematica dell’assemblea sulle problematiche delle infrastrutture viarie del Molise, che versano in una situazione di drammatica criticità e che aggiungono un rischio concreto a quelli che sono i fattori principali causa di incidenti, in primis l’alta velocità o la distrazione dei conducenti.

Aldo Di Giacomo, presidente di Una Nuova Italia-Molise, ribadirà in una conferenza stampa prevista venerdì alle 10 e 30 davanti al Consiglio i problemi di sicurezza della Statale 647, la ‘Bifernina’, e della Statale 17 chiedendo  “misure di pronta emergenza” a partire dall’installazione di autovelox, di limiti della velocità in alcuni tratti sino a 70 chilometri orari.