Via Udine e altre strade groviera, aggiudicati i lavori. Il Comune anticipa i soldi della Regione foto

Le ditte Venditti Costruzioni e CSE hanno vinto l'appalto in Ati. Atteso l'avvio del cantiere per mettere in sicurezza anche via dei Mandorli, via Po e via Lissa

Via libera per la sistemazione di quattro strade di lottizzazione di Termoli, probabilmente le arterie viarie peggio ridotte dell’intera città. C’è via Udine, chiaramente, nell’elenco delle strade che nelle prossime settimane verranno finalmente rifatte. Le altre sono via dei Mandorli, a Difesa Grande, via Lissa, dalle parti dell’ospedale San Timoteo, e via Po, nel quartiere San Pietro.

Ma è chiaramente una delle strade più popolose di Porticone ad essere al centro dell’attenzione, anche per effetto della pressione esercitata dal ‘Comitato via Udine e dintorni’ che in questi anni si è fortemente battuto affinché la strada fosse finalmente sistemata. È di ieri 5 febbraio la pubblicazione della determina dirigenziale che aggiudica in via definitiva i lavori.

A eseguirli saranno in associazione di imprese le ditte Venditti Costruzioni srl, che è mandataria, e la C.S.E. srl, che è mandante. Sono rispettivamente una azienda di Campobasso e l’altra di Vinchiaturo. Sono loro in Ati ad aver vinto la gara d’appalto per un importo totale di circa 800mila euro.

via-udine-e-altre-137273

Il Comune di Termoli ha deciso di accelerare per mettere fine a un iter che durava ormai da anni e per il quale si stava attendendo il finanziamento promesso dalla Regione ma che tuttavia non è ancora arrivato. Quindi l’Amministrazione Sbrocca ha deciso di mettere mano a fondi di bilancio che dovranno essere appunto ripianati con il finanziamento regionale, pari alla metà della spesa complessiva, per poter eseguire i lavori fra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera 2019. Secondo le malelingue, giusto in tempo per presentarsi alle prossime elezioni amministrative dimostrando di aver risolto uno dei più annosi problemi della viabilità nelle periferie termolesi.

L’Ati che ha vinto l’appalto ha proposto anche delle migliorie che verranno eseguite in sede di cantiere. Fra queste, si è deciso di puntare su un aumento della sicurezza sia del manto stradale che dei pedoni, creando ad esempio dei marciapiedi più larghi in via Udine. Migliorie che riguarderanno anche l’illuminazione pubblica, le rampe per i diversamente abili, la pulizia delle griglie di raccolta delle acque e la sistemazione di pozzetti e caditoie.

Inoltre verrà realizzato un nuovo tratto fognario di raccolta delle acque meteoriche in via Venezia, una strada che è collegata a via Udine. Proprio in questa strada, che oggi è un groviera di asfalto fatto di buche, voragini e brecciolino che in passato sono stati causa di gravi incidenti, sarà realizzato anche un tratto di asfalto pedonale delimitato con colorazione a scelta, sempre per migliorare la sicurezza.

Non mancheranno anche le pensiline autobus che erano state più volte richieste dai residenti e altre accortezze che promettono di cambiare completamente volto a queste quattro arterie viarie. Probabile che i lavori partiranno a breve, in tempo utile per essere completati entro la fine di aprile.