Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Scuola via Gramsci sarà chiusa: alunni della ex Mascione di nuovo trasferiti. Andranno alla zona industriale

La parte dell'edificio polifunzionale del quartiere Cep non sarà più utilizzata come scuola primaria e le cinque aule della ex scuola di Mascione, momentaneamente 'appoggiate' in via Gramsci, saranno di nuovo trasferite. La nuova destinazione è la zona industriale dove studiano già i ragazzi della Montini.

Nuovo trasloco in vista per gli studenti della ex scuola di Mascione. Dopo un periodo di doppi turni, la protesta dei genitori e il trasferimento nell’edificio polifunzionale di via Gramsci, si prevede l’ennesimo spostamento degli alunni in un altro plesso della città.

Precisamente in via Giovannitti, dove ci sono già i ragazzi della Montini, anche loro finiti lì per ragioni di sicurezza. La decisione del sindaco Antonio Battista è imminente. Questo significa che l’ultima parte dell’anno scolastico, e l’inizio del prossimo, si svolgerà nell’edificio della zona industriale. E significa anche che fra qualche giorno la primaria di via Gramsci sarà chiusa alle attività didattiche. Almeno per il momento.

E’ quanto emerso dalla risposta fornita dal primo cittadino in aula oggi, 20 febbraio, all’interrogazione consiliare di Simone Cretella (M5S) il quale, consapevole dei rischi prospettati dalla relazione sulla vulnerabilità consegnata in Comune il 9 gennaio scorso, aveva chiesto chiarimenti per le cinque aule della ex scuola di Mascione.

Battista ha ricordato al Consiglio comunale che “i lavori per la realizzazione del nuovo plesso di contrada Casale (Mascione, in foto di Stefano Mitro) sono già iniziati con la demolizione dell’edificio sul quale entro un anno sorgerà una nuova scuola sicura e antisismica dove torneranno a studiare i bambini del quartiere che si trova poco lontano dalla città”.

Foto varie

Non appena anche i vigili del fuoco forniranno un loro parere potrà essere disposto il trasferimento in via Giovannitti: “E’ la conclusione più logica – ha detto soddisfatto Cretella – e anche più rassicurante per i genitori di questi alunni che sono stati doppiamente sfortunati”.

Via Gramsci, la scuola del Cep dove mesi fa sono stati trasferiti gli studenti di Mascione, infatti, non è risultata per niente sicura. Tanto che, lo studio di vulnerabilità su questo edificio polifunzionale (oltre alla primaria ci sono un ufficio postale, una scuola calcio, l’associazione di quartiere eccetera), ha prospettato due soluzioni alternative: la costruzione di un nuovo edificio scolastico conforme alla normativa in materia di sicurezza strutturale, efficienza energetica ed edilizia scolastica, oppure la programmazione di interventi strutturali sull’edificio già esistente.

In attesa di capire se Battista deciderà per la ricostruzione o il miglioramento sismico dell’edificio del quartiere Cep, i ragazzi andranno alla zona industriale, nell’edificio che ospita le medie Montini, con lo stesso pulmino messo a disposizione dal Municipio per accompagnarli in via Gramsci fino a oggi.