Rubano auto, occultano il telaio e la rimettono sul mercato: nei guai due commercianti molisani

La Fiat 500 L era sparita quasi tre anni, ma è stata ritrovata, giovedì scorso, sul piazzale di una concessionaria termolese con il cartello 'Vendesi'

Era stata rubata a Termoli nel maggio del 2016 e da allora, di quella Fiat 500 L, non vi era più traccia. Sparita nel vuoto, come se non fosse mai esistita. Le speranze di ritrovarla erano vane fino a giovedì scorso, 21 febbraio, quando i Carabinieri della compagnia di Termoli l’hanno ritrovata nella stessa cittadina da cui era sparita. Quasi un segno del destino.

Gli uomini del 112 erano impegnati nell’attività giornaliera di controllo del territorio basso molisano quando si sono imbattuti in una concessionaria di automobili di Termoli. Sul piazzale, ben visibili, c’erano diversi mezzi in vendita, ma uno in particolare ha attirato l’attenzione dei militari: una Fiat 500 L. Il loro intuito è stato ripagato in seguito al controllo del telaio che, a colpo d’occhio, sembrava essere stato ribattuto.

Un veloce riscontro della casa costruttrice ha permesso agli investigatori di risalire al codice originale ed alla targa che era stata assegnata durante l’immatricolazione del veicolo. È stato grazie ad un ulteriore controllo nella banca dati utilizzata dalle Forze dell’Ordine che i Carabinieri hanno scoperto anche un’altra storia interessante: l’auto, con marchio italiano, risultava rubata nel 2016 e ritargata per sviare ogni sospetto, prima di essere rimessa sul mercato nella stessa città dalla quale era sparita.

Il veicolo è stato immediatamente sequestrato ed i due venditori, un 42enne ed un 34enne di origini molisane, sono stati deferiti all’autorità giudiziaria di Larino. I commercianti dovranno rispondere di ricettazione e riciclaggio di un’autovettura.