Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Aumentare il turismo in Molise, una ‘gara’ per eventi di cultura: bando per 1,8 mln

Il governatore Donato Toma e l’assessore regionale al Turismo, Vincenzo Cutugno hanno illustrato il cofinanziamento destinato a coloro che vorranno presentare progetti di qualità destinati a valorizzare le peculiarità territoriali e l’identità culturale della regione

Un bando da un milione 800 mila euro. Un cofinanziamento che punta a sviluppare un investimento in cultura e turismo che – a conti fatti – certamente avrà ricadute sul tessuto economico in termini anche di tre o quattro milioni di euro.

E’ stata presentata a Palazzo Vitale questa mattina la nuova chance per la crescita del Molise. Al tavolo dei relatori il governatore Donato Toma e l’assessore regionale alla Cultura e al Turismo, Vincenzo Cotugno.

Le domande scadono il sei marzo quindi tutte le amministrazioni interessate, le associazioni territoriali, i vari potenziali partecipanti hanno tempo fino ad allora per presentare domande che consentano poi alla Regione di stilare una graduatoria per l’assegnazione.

“Parliamo di un cofinanziamento del cinquanta per cento – ha spiegato Cotugno –  Da un minimo di 10 mila euro fino ai 60 mila da parte della regione. E’ stato anche introdotto l’anticipo del 40 per cento e il saldo del 60 per cento ancor prima della rendicontazione proprio per non causare difficoltà a chi seriamente scommette sulle potenzialità del nostro territorio”.

La necessità è quella di individuare amministrazioni comunali pronte a partecipare con cognizione ad un progetto che punta ad accogliere i turisti che piano piano stanno scoprendo le bellezze della nostra terra.

“Quindi da lunedì – ha continuato Cotugno  – saranno inviate comunicazioni ufficiali in merito alla pubblicazione del bando a tutti i 136 sindaci della regione per sensibilizzarli a partecipare e quindi a mettere in campo progettualità capaci di alzare l’asticella qualitativa dell’offerta”.

Le valutazioni delle idee che arriveranno a destinazione saranno effettuate da una commissione ad hoc perché “non ci saranno mai più interventi a pioggia – è intervenuto il presidente della regione –. Tutti i progetti saranno valutati e graduati perché puntiamo ad essere presenti con idee di qualità che significa anche valorizzare la nostra cultura locale. Il percorso con gli artisti internazionali lo facciamo con Molise cultura, al resto, a quello che riguarda la nostra anima, il nostro percorso storico vogliamo farli con chi in questa terra ci è nato, ci è cresciuto e sulla stessa vuole continuare a scommettere”.