Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Marketing e promozione territoriale passano per l’Agenda del Molise, 288 pagine dedicate alla regione foto

La prima Agenda del Molise che promuove il territorio valorizzando tradizioni, storia e cultura della Regione. Nata con l'obiettivo di esportare il prodotto Molise oltre i confini geografici, il taccuino offre un collegamento importante per i tanti corregionali espatriati che vogliono ritrovare le proprie radici.

Canada, Stati Uniti, Europa, Italia. Un viaggio lunghissimo per l’Agenda del Molise: un taccuino unico, perché è il primo e non ne esiste un altro simile in tutta Italia e prezioso, perché contiene un vademecum con gli eventi più importanti di una terra tutta da scoprire, amare ed assaporare pagina dopo pagina: il Molise. L’iniziativa, promossa dall’associazione ‘Campobasso Insieme’ guidata da Claudia Mistichelli, è stata presentata ieri, giovedì 7 febbraio, in sala consiliare a Termoli. Accanto a lei Roberto De Angelis dell’agenzia pubblicitaria ‘Tec’, il sindaco Angelo Sbrocca, la Presidente del consiglio comunale Manuela Vigilante ed il consigliere Michele Marone.

L’obiettivo è quello di promuovere la regione al di fuori dei confini geografici ed è stato portato già a termine: “Delle 2mila 500 copie è rimasto un solo scatolone. Gli sponsor ci hanno pagati per farle viaggiare – ha confidato Mistichelli – L’ultimo pacco è partito la scorsa settimana diretto in Lussemburgo. Dobbiamo riempire le nostre città di persone, di turisti. Non abbiamo nulla da invidiare alle altre città”. Un libro corposo, con 288 pagine di tradizioni molisane con una grafica semplice, intuitiva ed elegante che riporta passo dopo passo le manifestazioni che si svolgono in quella settimana.

L’agenda nasce grazie ad una rete di associazioni e di sponsor che hanno creduto nel progetto ed investono tempo, e denaro, in questo piccolo lembo di terra che spacca in due l’Italia: “La Regione si era insediata da poco – ha aggiunto Mistichelli – Capisco la difficoltà di reperire fondi in quel contesto. Certo è che se avessimo avuto qualche fondo avremmo potuto fare un numero di agende superiori coprendo un territorio più ampio ed arrivando nelle case di ogni italiano”.

Ampio spazio alla storia ed alla cultura, ma con uno sguardo verso il futuro e l’enogastronomia: “Stiamo già lavorando all’edizione 2020 – ha continuato la Presidente dell’associazione – Quello che mi piacerebbe inserire è una guida alla cucina tipica. Mi sarebbe piaciuto analizzare tutte le zone ed i prodotti autoctoni, ma ho avuto poco tempo. Spero che, nella prossima, avremo anche più collaborazione sia dagli enti pubblici che dai privati. Con poco riusciremo a fare ancora tanto”.

Non solo un memorandum dove poter liberamente inserire i vari appuntamenti, ma un vero e proprio viaggio all’interno del Molise, con foto “amatoriali gentilmente donate dalle persone, da amici, da giornalisti e da fotografi amatoriali”, ha concluso Mistichelli, e gli eventi autoctoni che una regione come la nostra ha coltivato nel tempo con la passione che le generazioni passate hanno inculcato in quelle attuali. Un modo per restare in contatto con le proprie radici, pensando ai numerosi molisani espatriati altrove per i motivi più disparati che, con quest’agenda, potranno ritrovare il profumo della loro terra.