Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

La nuova passeggiata di Rio Vivo: 330 metri pedonali, panchine e luci per riconnettere città e mare

Prosieguo della passeggiata sulla spiaggia con un percorso pedonale in legno lungo 330 metri, posizionamento di panchine, piantumazione di nuovi alberi, illuminazione a led anche a pavimento e rastrelliere per le bici sono gli elementi del nuovo volto di Rio Vivo: un progetto da quasi 380 mila euro che andranno a valorizzare la periferia sud di Termoli. La notizia è stata data in anteprima dal consigliere di minoranza Francesco Rinaldi sul suo profilo Facebook e rimarca il suo impegno per migliorare la periferia sud.

Si chiama ‘Recupero e valorizzazione del tratto di litorale sud, Rio Vivo’ il progetto da quasi 380mila euro approvato dal Comune di Termoli e finanziato dalla Regione attraverso i fondi Por Fesr nel settennio 2017/2020. Una serie di interventi che andranno a tutelare e valorizzare il patrimonio naturale esistente nella periferia termolese con un occhio di riguardo al turismo grazie all’estensione del percorso pedonale già presente nella zona.

I lavori, già approvati, prevedono il prosieguo della passeggiata che arriverà fino all’area adibita alla sosta dei camper: il tutto grazie alla realizzazione di un tratto adibito ai pedoni di circa 330 metri, completamente in legno, con un impalcato rialzato di circa 20 centimetri rispetto al piano spiaggia, costituito da pali infissi nel terreno. L’utilizzo di materiali a bassissimo impatto ambientale ha l’obiettivo di creare armonia con l’ambiente, ma strizza anche l’occhio alla particolarità del territorio, dal momento che l’area ricade nel piano di gestione regionale Sic (sito di interesse comunitario) e Zps (zona di protezione speciale) denominata “Foce Biferno – Campomarino”.

A giovare delle opere saranno anche gli accessi alla spiaggia per cui è prevista una valorizzazione mediante una riqualificazione dei luoghi. Il nuovo volto di Rio Vivo sarà plasmato attraverso la piantumazione di nuovi alberi di macchia mediterranea ed un moderno impianto di illuminazione a led con pali bassi e luci a pavimento. Nulla è lasciato al caso, per cui anche la sosta dei pedoni sarà resa più piacevole grazie al posizionamento di panchine lungo tutto il percorso, di rastrelliere per le biciclette e di cestini per la raccolta dei rifiuti.

Passeggiata Rio Vivo

Progetti che non hanno un colore politico, bensì lo sviluppo progressivo che una città come Termoli merita”, è il commento che il consigliere di minoranza e residente di Rio Vivo Francesco Rinaldi affida alla sua pagina facebook a margine dell’approvazione delle migliorie. L’esponente di centrodestra rivendica il suo impegno, malgrado faccia parte dell’opposizione, per la periferia sud di Termoli che sta sta cambiando il suo volto con l’abbellimento dei marciapiedi con le 80 piante di agrumi ed i lavori di messa in sicurezza della strada con la creazione della rotonda e dei restringimenti della carreggiata. Un impegno, quello per Rio Vivo, portato avanti dall’Amministrazione su spinta del consigliere Salvatore Di Francia (Pd) anche lui residente nella zona e membro della commissione Lavori Pubblici che ha elaborato il progetto, la stessa del consigliere Rinaldi.

La passeggiata potrà essere percorsa interamente a piedi, con i passeggini o in bicicletta, in totale sicurezza e con la consapevolezza di non incontrare mai alcuna vettura. Attraverso questo ambizioso progetto la città viene riconnessa al mare, riscoprendo il radicato rapporto non più concentrato ai soli mesi estivi, ma destinato ad una fruizione che duri tutto l’anno, che intercorre fra le due realtà. In questo modo i residenti potranno usufruirne anche durante l’inverno, camminando, pedalando, portando i bambini a giocare o sedendosi comodamente per respirare la brezza marina.

È, a tutti gli effetti, un sogno che diventa realtà: fino ad ora, infatti, questa zona ha una dotazione piuttosto carente in termini di infrastrutture e servizi pubblici, pur rappresentando un’importante arteria di collegamento fra il centro cittadino, la zona industriale ed i paesi limitrofi, nonché area essenziale per le finalità turistiche. Oltre ad essere uno dei quartieri più popolosi, Rio Vivo crea un indotto turistico senza eguali: grazie alle sue spiagge, tra le più estese della città, ed alla vicinanza con il porto, riesce ad accogliere migliaia di persone che, nei tre mesi estivi, si riversano sulla battigia.

Il nuovo percorso, nato per fondere l’identità cittadina con il mare, diviene dunque l’elemento qualificante nel processo di rigenerazione urbana e paesaggistica e rappresenta un tassello per il puzzle di una futura – e migliore – concezione turistica ed ecosostenibile.