Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Modello Riace, se ne parla venerdì con Mimmo Lucano

Rigenerazione delle aree interne due punti modelli a confronto’ è il titolo dell’incontro che si terrà venerdì 15 febbraio alle 16 nella sala Giovannitti (ex Cgil) di via Milano a Campobasso.

Una rete di organizzazioni della società civile, Ong e comuni ha promosso una campagna a favore dell’assegnazione del premio Nobel per la Pace 2019 a Riace, il piccolo comune calabrese che invece di rinchiudere i rifugiati in campi profughi li ha integrati nella sua vita di tutti i giorni.

Questa piccola realtà, divenuta un ‘modello’ è conosciuta in tutta Europa per l’innovazione nell’accoglienza e nell’inclusione dei rifugiati che hanno ridato vita ad un territorio che, lentamente, si stava spopolando a causa dell’emigrazione dovuta alla carenza di lavoro.

Grazie a questa nuova concezione è stato possibile restaurare case abbandonate utilizzando fondi regionali, aprire numerosi laboratori artigianali ed avviare attività che hanno creato un indotto lavorativo non solo per i residenti ma anche per i rifugiati.

“Questo modello – si legge nel comunicato – Avversato con accanimento dall’attuale governo, rappresenta un riferimento per i borghi molisani e dell’entroterra falcidiati dallo spopolamento e dalla disoccupazione”. Su questi principi una rete regionale di associazioni e di comuni, insieme alla Caritas e alla Cgil ha aderito alla campagna per l’assegnazione del premio Nobel per la pace a Riace.

Alla manifestazione interverranno la Cgil regionale, i sindaci di Campobasso, Castel Del Giudice e Riccia, i centri di ricerca Unimol ArlA e Biocult, la Caritas diocesana di Campobasso-Bojano, la Sipbc, la Casa del Popolo di Campobasso, l’associazione Termoli città invisibile, l’associazione Padre Giuseppe Tedeschi, l’Anpi del Molise, Libera Molise, l’assemblea dei migranti, l’Unione degli studenti del Molise ed il Circolo della zampogna di Scapoli.

Ospite d’eccezione proprio il sindaco di Riace Mimmo Lucano, affiancato da Monsignor Giancarlo Bregantini, arcivescovo di Campobasso-Bojano, da Giuseppe Massafra della segreteria nazionale Cgil e dal direttore de ‘Il bene comune’ Antonio Ruggieri che modererà l’incontro.