Servizio civile, a fianco di anziani e persone disabili: “occasione di crescita”

Da questa mattina cento giovani molisani saranno impiegati a disposizione del Comune di Campobasso e altri centri della provincia in alcuni progetti presentati dall'agenzia "Agorà" che prevedono il sostegno alla terza età, ai disabili e alle loro famiglie

Sono cento i ragazzi con un’età compresa tra i 18 e i 28 anni che da oggi saranno impegnati in un anno di servizio civile a Campobasso e provincia, giovani volenterosi e capaci – precedentemente selezionati dall’associazione Agorà –  che saranno impiegati in progetti di sostegno a persone con disabilità e a persone anziane.

Questa mattina il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, insieme all’assessore alle Politiche sociali Alessandra Salvatore e al presidente di Agorà, Giuseppe D’Elia, ha voluto incontrare uno a uno i giovani volontari per ringraziarli della loro disponibilità e competenza e per augurare loro buon lavoro da qui ai prossimi dodici mesi.

Saranno quindi impiegati in progetti dedicati a bambini e ragazzi con disabilità all’interno delle scuole e si occuperanno anche di assistenza agli anziani organizzando attività di animazione e socializzazione e iniziative con le famiglie.

“Il servizio civile è un’occasione importante di crescita – ha detto il sindaco – fare un percorso di conoscenza all’interno di un sistema d’impresa come quello della pubblica amministrazione può suggerire ai ragazzi che si avvicinano per la prima volta al mondo del lavoro una nuova visione del loro futuro”.

“Dall’altra parte – ha poi aggiunto l’assessore Alessandra Salvatore –  si tratta di un’opportunità anche per le associazioni e i destinatari del servizio che potranno così confrontarsi con le nuove generazioni in un’ottica di scambio e arricchimento reciproco”.