Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Schianto a Bojano, lotta per sopravvivere la 42enne rimasta ferita fotogallery

La donna rimasta coinvolta nel grave incidente lunedì pomeriggio lungo la statale 17 assieme ad un uomo di 71 anni, è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico a causa di una lacerazione epatica. Quadro clinico delicato e prognosi ancora riservata. Il bollettino: “Situazione stabile nella sua gravità”

Lotta tra la vita e la morte la 43enne che lunedì pomeriggio, è rimasta coinvolta nel violento schianto accaduto all’altezza del bivio per Bojano.

Viaggiava su una vecchia Panda quando per cause che sono al vaglio degli inquirenti si è scontrata con una Yaris alla cui guida c’era un uomo di 71 anni che per fortuna non ha riportato gravi conseguenze.

Per estrarre la donna dalle lamiere accartocciate dell’auto è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco che hanno operato con le cesoie per evitare più danni possibile.

Giunta in ospedale il quadro clinico è apparso subito molto grave. A preoccupare i medici, in particolare, una lacerazione epatica che avrebbe potuto mettere a rischio la vita della donna a causa dell’emorragia in corso.

E’ stata subito spostata dunque in sala operatoria dove l’equipe di chirurghi dell’ospedale Cardarelli l’ha sottoposta ad un’embolizzazione dell’arteria epatica. Che, in sostanza, sarebbe un intervento di radiologia interventistica finalizzato nel caso specifico all’occlusione del vaso sanguigno per fermare l’emorragia in corso.

E’ ricoverata nel reparto di rianimazione e la prognosi è riservata. L’ultimo bollettino parla di “condizioni stabili nella loro gravità”. Un quadro clinico delicato che è monitorato h24 per impedire qualunque evoluzione potenzialmente dannosa.

In ospedale è andato anche il guidatore della Toyota Yaris (C.F. di 71 anni), ferito, anche se apparentemente in modo meno grave.

Sulle cause del sinistro si stanno occupando i carabinieri di Bojano che secondo una prima ma ancora ipotetica ricostruzione dell’accaduto non escludono che a provocare lo schianto possa essere stata la manovra azzardata, forse un sorpasso da parte di una delle utilitarie in transito lungo la statale.

Ma non escludono anche la banale distrazione o la velocità sostenuta su quel tratto di asfalto reso particolarmente scivoloso e pericoloso dalla pioggia di ieri pomeriggio e dalle neve degli ultimi giorni.