Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Rifiuti, arriva il ‘cartellino’ giallo a chi sgarra. Ma fioccano i disagi: “Così fanno chiudere i ristoranti” foto

Aumentano le segnalazioni da parte dei termolesi che lamentano il mancato ritiro della spazzatura ma la ditta si difende: “Significa che il conferimento era sbagliato, per questo mettiamo gli adesivi gialli di avviso”. Ristoratori preoccupati: “Col ritiro dell’umido tre volte a settimana grossi rischi per l’igiene”

Dopo nemmeno dieci giorni dall’entrata in piena funzione del nuovo servizio di raccolta differenziata, fioccano i disagi a Termoli. Si lamentano i residenti, che più volte hanno visto i loro mastelli o bidoni rimanere colmi di rifiuti. Si lamentano i ristoratori, che in pochi giorni si sono visti dimezzare i giorni di ritiro settimanale dell’umido. E non è soddisfatto nemmeno il Comune. Dal palazzo di via Sannitica trapela un certo malcontento per una campagna di comunicazione che non sta dando frutti e che soprattutto pare carente, come già mostrato nella distribuzione di bidoni con codice identificativo e green card.

I problemi sono evidenti, sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche. Proprio ieri la Rieco sud aveva annunciato verifiche nei centri commerciali e all’ospedale. Sono emerse le prime infrazioni rispetto al corretto conferimento dei rifiuti. Detto in parole povere, le verifiche della ditta e del Nucleo ambientale della Polizia Municipale hanno portato a scoprire che in molti casi il secco conteneva rifiuti da differenziare o che gli utenti confondevano un giorno per l’altro, mettendo fuori la plastica nel giorno del vetro, tanto per fare un esempio.

Da qui i tanti casi di rifiuti non ritirati, che però riguardano anche, se non soprattutto, le utenze domestiche, quindi i comuni cittadini. Da via Kennedy a via delle Tamerici (foto), piovono segnalazioni di sporcizia e accumuli di immondizia. “Si tratta di conferimenti sbagliati o non in conformità col calendario – spiega Dario Buzzelli della Rieco Sud -. Per questo apponiamo sui contenitori dei bollini gialli di avviso. Personalmente ho assistito alla scena di un cittadino che si lamentava del mancato ritiro e gli ho spiegato la funzione del bollino che non conosceva”.

rifiuti-termoli-143013

Appunto, il problema è fondamentalmente di conoscenza, dato che del bollino finora non aveva parlato nessuno. Ed è proprio su questo tasto che dal Comune insistono con l’azienda pescarese. Serve più comunicazione e va fatta in maniera capillare. Dopo anni in cui la differenziata a Termoli esisteva praticamente solo di nome ma poco di fatto, passare agli ammonimenti con bollino senza spiegare a che servono appare un po’ frettoloso.

E a proposito di comunicazione, spunta fuori un incontro coi ristoratori per venerdì pomeriggio 11 gennaio alle 16,30 in sala consiliare, del quale tuttavia molti ristoratori non sono ancora a conoscenza. “Non ne sapevamo niente” confermano da un locale in zona stazione al quale sabato scorso non è stato ritirato l’umido. Mentre dalle parti di corso Nazionale lamentano invece problemi molto più gravi.

Rifiuti Termoli

Il ritiro dell’organico tre volte a settimana ci crea molti disagi – afferma uno chef che gestisce un locale rinomato in centro -. Qui da me hanno già saltato un ritiro dell’umido, ho chiamato il numero verde per avere spiegazioni e non mi hanno saputo aiutare. Ho chiesto ironicamente se avessi dovuto fare come quel tale che ha gettato i rifiuti in Comune e mi hanno risposto di sì, di fare così”.

Rifiuti Termoli

Ma al di là di questo episodio, il problema resta. “In questi giorni si è lavorato meno e va bene. Ma quando lavoreremo a pieno regime sarà insostenibile. D’estate, col caldo, sarà indecente entrare in un locale che deve tenere l’umido dentro per tre giorni prima di poterlo mettere fuori per il ritiro. Se i Nas fanno un controllo ci fanno chiudere per problemi di igiene. Io non voglio fare polemica, né arrabbiarmi, ma va cambiata questa cosa. Bisogna tornare al ritiro dell’organico tutti i giorni com’era prima”. L’incontro di venerdì promette scintille.