Reddito di cittadinanza e centri per l’impiego, Agorà accende i riflettori sul Molise

Le telecamere della trasmissione di Rai Tre questa mattina - 23 gennaio - a Campobasso per documentare come ci si sta organizzando per supportare i beneficiari del reddito di cittadinanza. Senza risorse e con poco personale, i disagi potrebbe aumentare

Cosa succederà dal prossimo maggio quando i Centri per l’impiego avranno un ruolo determinante per la presa in carico dei beneficiari del reddito di cittadinanza? Si teme il caos. Perchè negli uffici preposti manca il personale e le assunzioni dovrebbero iniziare ad agosto.

Le Regioni già hanno manifestato le loro preoccupazioni al ministro del Lavoro Luigi Di Maio, il principale promotore di quella che è stata definita una misura per contrastare la povertà: “C’è una forte preoccupazione su tempi, personale e modalità organizzative che caratterizzeranno la fase attuativa del decreto sul reddito di cittadinanza”, hanno detto. In particolare, per le Regioni, occorrono finanziamenti economici per rafforzare i Centri per l’impiego, con uno specifico capitolo di spesa nel bilancio del Ministero del Lavoro, e un piano nazionale per lo sviluppo dei servizi per il lavoro a cui facciano da contraltare specifici piani regionali.

Per capire gli eventuali disagi, la trasmissione di Rai Tre ‘Agorà’ ha fatto un ‘giro’ in Molise: questa mattina le telecamere hanno filmato la lunga fila davanti allo sportello di piazza Molise e hanno intervistato il dirigente responsabile Pellegrino Amore.