Porte aperte al Federico di Svevia: l’Alberghiero presenta cene a tema dedicate a Marchesi foto

Cinque venerdì, uno per ogni mese, con un tema diverso legati da un comune denominatore: la buona cucina nel contesto storico, culturale ed artistico. Si tratta di cene, gratuite ed aperte a tutti, dedicate alla memoria di Gualtiero Marchesi ed alla tipicità del territorio

L’istituto Alberghiero ‘Federico di Svevia’ di Termoli apre le porte alla ‘Giornata degli alberghieri’ organizzata dalla rete nazionale delle scuole di cucina per promuovere la cultura del cibo in un contesto in cui l’arte, la tradizione, la storia e la musica si uniscono all’enogastronomia. Le giornate sono dedicate alla memoria di Gualtiero Marchesi, chef dalla visione futuristica dei piatti, considerato da molti il fondatore della cucina italiana e scomparso il 26 dicembre 2017.

Alberghiero

A confermare lo stretto legame tra l’istituto ed il territorio è la preside Maricetta Chimisso che, venerdì 18 gennaio, ha presentato il progetto dei venerdì culinari attorniata dagli studenti che si sono esibiti in un flash mob: “Puntiamo a valorizzare l’enogastronomia – ha commentato la dirigente scolastica – Come valore non solo culturale, ma anche economico e sociale. Lo facciamo di venerdì perché, come diceva il grande Winston Churchill, è la fine dell’inizio, sottolineando il termine della settimana lavorativa e l’avvio verso il week-end”.

Create con lo scopo di promuovere la cooperazione tra scuole e territorio, permettendo ai ragazzi di interfacciarsi con i prodotti locali e reinventando le ricette, le serate gastronomiche abbracceranno diversi temi: si partirà il 25 gennaio alle 19 con la ‘Cena della memoria’ in cui saranno presentate e sottoposte a degustazione le ricette tradizionali della cucina ebraica. A coronare il tutto ci saranno musiche, testi e poesie in ricordo della Shoa.

A seguire ci saranno altre quattro serate che valorizzeranno il buon cibo e la cultura, sempre di venerdì alle 19: il 22 febbraio con la celebrazione del Carnevale, il 22 marzo per la festa di primavera, il 12 aprile ‘A tavola con Federico’ ed il 24 maggio con la festa dei popoli e della creatività.

Le manifestazioni, patrocinate da Ranaia in collaborazione con il Miur, sono del tutto gratuite ed aperte a chiunque voglia conoscere la realtà dell’Istituto Alberghiero, gustando ottimo cibo in compagnia e, perché no, imparando anche qualcosa e ricordando la storia.