Poesie, racconti, cucina ebraica: forti emozioni alla cena della Memoria foto

Un’atmosfera di grandi emozioni ha accompagnato la “Cena della Memoria”, primo appuntamento dei “Venerdì del “Federico di Svevia” dedicato al ricordo della Shoah ieri 25 gennaio.

Cena Shoah Alberghiero

Davanti a un folto pubblico, gli studenti dell’Istituto Alberghiero hanno reso un tributo alle vittime dell’Olocausto attraverso la lettura di poesie, racconti e la proiezione di video con testimonianze e immagini storiche. Primo Levi, Anna Frank, fino ad arrivare a Liliana Segre, le loro parole sono risuonate come un monito, nella sala convegni della scuola, un invito a riflettere sul presente e sui valori dell’accoglienza e dell’integrazione, così come gli interventi di due studenti di origine africana.

Cena Shoah Alberghiero

Ad accogliere gli ospiti un percorso tra candele accese, pietre d’inciampo, vecchie valigie, immagini toccanti dei campi di concentramento. L’evento è proseguito con una degustazione di piatti della cucina ebraica presentati dagli alunni.

Più informazioni su