Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Notte nazionale del Liceo Classico: al Perrotta degustazioni, incontri e letture foto

Anche al Liceo Classico Perrotta c’è grande attesa per la Notte Nazionale del Liceo Classico, uno degli eventi più innovativi nella scuola degli ultimi anni, arrivata alla sua quinta edizione ed ormai alle porte. Nata da un’idea del professor Rocco Schembra, docente di Latino e Greco al Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale, in provincia di Catania, sostenuta dal Ministero della Pubblica Istruzione, quest’anno si celebrerà venerdì 11 gennaio, dalle 18 alle 24, in 433 licei classici su tutto il territorio nazionale, ben ventisei in più rispetto all’anno scorso, un numero imparagonabile ai centocinquanta che aderirono nell’ormai lontana prima edizione.

É l’evento più atteso da tutti gli studenti dei Licei Classici d’Italia che, in una data comune, aprono le porte delle scuole alla cittadinanza e si esibiscono in performances, letture di poeti, drammatizzazioni, esposizioni di arti plastiche e visive, concerti ed attività musicali e coreutiche, presentazioni di libri e incontri con gli autori, cortometraggi e cineforum, esperimenti scientifici, degustazioni a tema e molto altro ancora.

La Dirigente, dottoressa Concetta Rita Niro, ringraziando i docenti e gli studenti del liceo Classico termolese che sono l’anima dell’iniziativa, così ne sintetizza lo scopo: «Il titolo scelto quest’anno, “Ma il liceo classico ha ancora “senso”?, è volutamente provocatorio. Viviamo in un’epoca in cui sembra prevalere la logica dell’utile, in cui il sapere umanistico sembra soccombere a quello scientifico, in cui il mercato richiede velocità mentre il liceo classico esige tempo: il significato di questa serata è nel rifiuto degli stereotipi, nell’abbattimento dei pregiudizi, nella sintesi degli opposti. Sappiamo che “utile” sempre è il pensiero, che può, anzi, deve esserci un umanesimo scientifico, un ponte tra cultura umanistica e cultura scientifica, espressione nobile e completa della conoscenza che ha ricadute potentemente concrete sulla formazione dei giovani».

Il liceo classico ha ancora senso: chi lo conosce, chi lo vive lo sa e sente che il suo immenso patrimonio è vero, solido, vitale. La Notte nazionale intende comunicare questa bellezza, condividere questa ricchezza con tutta la comunità; spalancando le proprie porte, il liceo classico assolve alla sua naturale vocazione: vivere e promuovere l’humanitas.

notte-nazionale-liceo-classico-142977

La serata sarà un viaggio attraverso i sensi e la letteratura. E per ognuno dei cinque sensi sono previste diverse attività. Il programma prevede alle 18 la proiezione del video di presentazione, alle 18.10 la lettura di un brano scritto da allievi e alle 18.20 il saluto della Dirigente Concetta Rita Niro. A seguire, alle 18.30, per la vista ci saranno i libri: Spazio dunque all’incontro con l’Autore Romano De Marco sul tema ‘Da Sofocle ad Ellroy. Breve viaggio alle radici del giallo e del thriller’. Per la vista e l’udito alle 19.30 ci sarà un Laboratorio di teatro. Alle 20 per il gusto ci sarà la cena nell’antica Roma: Degustazioni, Scenografia, Musica ed Esposizione di cartelloni con famosi detti latini e relativo commento. Alle 20.30 spazio al tatto con un laboratorio esperienziale di tango col maestro Ali Namazi. Alle 21.45 ci sarà una lettura a conclusione dell’evento.

L’evento si pone in continuità con l’Open Day dell’Istituto Alfano, di cui il liceo classico “Perrotta” è parte integrante, che sarà celebrato il prossimo 19 gennaio dalle 15 alle 20.